CercaEsegui ricerca
Web Design e UXD
5 tendenze di web design da evitare nel marketing

5 tendenze di web design da evitare nel marketing

4 marzo 2015
5 tendenze di web design da evitare nel marketing

Attenzione... una cattiva progettazione in termini di web design può coinvolgere buone pagine web. Un web design avvincente è d'obbligo per il tuo sito web, perché i tuoi visitatori ci mettono 0,05 secondi a farsi una opinione del tuo sito, a seguito del caricamento della pagina.

Assicurati che il tuo design sia di supporto a una buona esperienza utente affinché gli utenti rimangano all'interno del tuo sito. Impara da questi elementi da evitare per far sì che il tuo sito non venga penalizzato da essi.

1. Sliders

So cosa starai pensando, "come sono finiti nella lista gli slider?" La verità è che gli slider non funzionano per i tuoi obiettivi; lavorano anzi in senso opposto. Come azienda che si occupa di marketing, vuoi indirizzare l'attenzione dei tuoi visitatori su come puoi risolvere i loro problemi. Non dare ad essi una possibilità di allontanarsi da questo obiettivo distraendoli attraverso svariate immagini.

Anche se tutti i tuoi messaggi potrebbero essere rilevanti, è fondamentale indirizzare il tuo pubblico verso la tua main value proposition. Quando qualcuno accede alla tua pagina, è alla ricerca di informazioni pertinenti rispetto a quello che sta cercando. È poco probabile che un visitatore aspetterà in maniera passiva di vedere tutte le immagini all'interno di uno slider. La sola ragione per la quale normalmente sono utilizzate è se qualcuno le stava proprio cercando.

Gli slider sono fatti utilizzando JavaScript e una serie di immagini di formato grande. Questo potrebbe impattare negativamente sui tempi di caricamento del tuo sito. Nei dispositivi mobili, queste immagini tendono a rallentare drasticamente i tempi di caricamento di una pagina. Dal momento che ad oggi la maggior parte delle persone accede ai contenuti da smartphone, piuttosto che da computer, questo è particolarmente importante. Ci vogliono circa tre secondi di tempo di caricamento per perdere i tuoi preziosi visitatori. Rallenta il tuo sito con gli slider, e il tuo sito inizierà ad assomigliare a una città fantasma.

2. Pop-up irritanti

I pop up che ti offrono l'opzione di iscriverti a un blog, o compiere un'altra azione sul tuo sito, non sono una bad practice, purché non dirottino l'esperienza utente e sovvertano gli sforzi del marketing. Un messaggio pop up che appare in un momento appropriato e con un'opzione semplice per uscirne fuori è efficace. Quando i pop-up diventano la norma, è lì il problema.

Quando il pop-up è etichettato con qualcosa di fastidioso, come "no grazie. Desidero perdere questa occasione..." può risultare offensivo o annoiare il tuo pubblico. Non utilizzare mai parole nei tuoi pop-up che tentino di far sentire male il tuo visitatore evidenziando il fatto che si stia perdendo qualcosa. Le persone sono sveglie; capiranno immediatamente se stai tentando di aggirarle... e non gli piacerà.

3. Video che partono in automatico

Nessuno desidera subire una trappola di video e suoni. L'obiettivo è far sì che i visitatori rimangano sulla pagina, non farli andar via. Nel tentativo di sfuggire al rumore, in molti casi, i tuoi visitatori lasceranno il sito. Rispetta i tuoi visitatori e offri loro la possibilità di scegliere se guardare un video.  

4. Siti per Mobile separati

Vale ciò che dice Google. Se sviluppi un sito responsive, dal design semplice, Google ti assegnerà un rank migliore e preferirà il tuo sito rispetto a un altro che non usi il responsive design. Una versione "mobile only" del tuo sito non ti offrirà una esperienza utente di alta qualità come può fare un sito responsive. Inoltre, Google non lo raccomanda; sarai in realtà penalizzato a causa del contenuto duplicato.

Molte persone che visitano i siti da dispositivo mobile si aspettano di visualizzare funzionalità simili rispetto al sito Desktop. Le versioni mobile-only di un sito tendono a differire ampiamente rispetto alla controparte desktop, e quindi confondono l'utente.

5. Scheuomorfismo

Scheuomorfismo: questa tendenza ha un lungo ciclo di vita, e sono felice di dire che sta finalmente scomparendo. È quel principio di design che rende le immagini digitali simili a quelle della vita reale, ed è stato utilizzato sin troppo a lungo.

Inizialmente, era una tecnica di design funzionale. Semplificava la transizione nel fare qualcosa alla vecchia maniera portandoti nel modo in cui veniva fatto nella nuova maniera. Questo tuttavia rendeva il design dei siti web, poco attraenti (l'autrice dell'articolo in lingua originale utilizza cheesy). Ormai le persone hanno capito cosa fare con un notebook, o come usare una calcolatrice sul loro telefono. IOS7 ha abbandonato il trend, e dovresti farlo anche tu.

Vi sono esempi in cui uno specifico gruppo di utenti potrebbe non essere a proprio agio con la tecnologia di un sito, e il flat design tende a confonderli; pensa a Windows 8. Con questi utenti lo scheuomorfismo può risultare d'aiuto. Puoi utilizzare questa tecnica di design con i pulsanti e altre caratteristiche interattive sul tuo sito per guidare questi utenti nella direzione che desideri prendano.

Non importa quale trend di design tu stia utilizzando, metti sempre te stesso nei panni del tuo visitatore. I tuoi sforzi in termini di design peggiorano o migliorano l'esperienza utente complessiva? La diversità nel web design è ciò che lo rende affascinante... fai sì che la diversità supporti gli obiettivi generali del tuo sito. C'è un mondo grande lì fuori: se non soddisfi i tuoi visitatori, lo farà qualun altro.

Fonte: designers.hubspot.com; articolo originale di Olivia Allen

Stampa

2014 Img Internet srl,  via Moretto da Brescia 22 - 20133 Milano tel +39 02 700251 - fax +39 02 7002540
Privacy Policy