CercaEsegui ricerca
Web Design e UXD
Realizzare un sito, i consigli di un "content manager" (2° parte)

Realizzare un sito, i consigli di un "content manager" (2° parte)

23 settembre 2014
Realizzare un sito, i consigli di un "content manager" (2° parte)

Siamo partiti da come impostare la realizzazione di un sito, ora entriamo maggiormente nei dettagli.

E' molto importante scegliere un CMS funzionale, che consenta di organizzare e pubblicare contenuti facilmente sfruttando le tecniche SEO utili a guadagnare un buon posizionamento organico. Ti consiglio di utilizzare il CMS Corporate multicanale Kalì di Img internet. Ma la piattaforma, da sola, non basta. Sono necessari costanti aggiornamenti e contenuti appropriati.

Il CMS contribuisce in maniera determinante al successo del sito sia in termini di visibilità sui motori di ricerca, che di usabilità. Deve essere modulare, multicanale e sicuro (backup quotidiano dei dati).
Nel caso di siti multilingua deve consentirmi di duplicare le varie istanze importando tutti i dati (fotogallery, allegati...) del sito da "clonare".

Il CMS Kalì

Consiglio sempre di utilizzare il CMS Corporate multicanale Kalì, realizzato e fornito come servizio dalla Img Internet di di Milano. Kalì è una piattaforma di sviluppo per realizzare siti Internet basati su Corporate CMS. Il risultato prevede istanze che separano completamente i contenuti dalla loro rappresentazione grafica.

Web designer ed esperti di comunicazione creano per ogni sito un CMS dedicato al progetto specifico, con regole di pubblicazione che garantiscono una gestione semplice e immediata.

Il sistema, modulare e multicanale, è continuamente aggiornato in modo da rispondere alle più attuali necessità della comunicazione digitale, dall’integrazione alle ultime novità tecnologiche in termini di SEO e social integration alle versioni mobile in modalità responsive o dedicata.

Il progetto Kalì, avviato nel 2003 è sviluppato in.net 4.0 espone un risultato di front end Html5 tramite xml per la base dati e css per la rappresentazione visiva.

In qualsiasi momento l’intero contenuto e interpreti del codice xml possono essere esportati su server esterni (basandosi su tecnologia standard, è aperto a qualsiasi sistema dati aziendale).

Il servizio è erogato con i massimi livelli di sicurezza attraverso la web farm di Img Internet distribuita sulle strutture di Inet (British Telecom) in Italia e Ovh in Francia.

Kalì è utilizzato da alcune tra le principali organizzazioni italiane e internazionali, fra cui Commissione Europea, Regione Lombardia, Camera di Commercio di Milano, Roche, Università Bocconi, SAP, Corriere della Sera, Università Cattolica, Microsoft e Honeywell.

Kalì vs Open source

Nel mio lavoro ho utilizzato anche software open source, in minima parte e con l’obiettivo di abbandonarli gradualmente, pur riconoscendone l'indiscussa qualità di alcuni, per motivi derivanti dalla non economicità e dai rischi di sicurezza:

  • Per ereditare i benefici dell’open source non è possibile apportare alcun tipo di personalizzazione del software. Se si personalizza il software la versione è destinata a rimanere obsoleta
  • L’open source è un codice aperto quindi per quante patch si mettano, c’è sempre un altro rischio di intrusione
  • I cms open source più conosciuti sono diventati nel tempo sempre più pesanti o, nel caso di Drupal, non più scalabili tra una versione e l’altra.
  • Il costo di gestione di un sistema open source in modalità Corporate è più alto di quello di Kalì.

Fonte: forzato.it

Stampa

2014 Img Internet srl,  via Moretto da Brescia 22 - 20133 Milano tel +39 02 700251 - fax +39 02 7002540
Privacy Policy