CercaEsegui ricerca
Marketing
Come costruire una banca di conoscenze per un’efficace strategia di content marketing

Come costruire una banca di conoscenze per un’efficace strategia di content marketing

14 maggio 2015
Come costruire una banca di conoscenze per un’efficace strategia di content marketing

Molte aziende pensano di dover proteggere gelosamente le loro conoscenze nei confronti dell’esterno per rimanere competitive. Ma le realtà di successo oggi non possono più comportarsi in questo modo. Diventa fondamentale aumentare lo scambio e la condivisione di informazioni e conoscenze a tutti i livelli, non solo internamente ma anche verso l’esterno.

Il sessanta per cento delle persone che si trovano in un processo decisionale d’acquisto è ispirato a ricercare un prodotto o servizio dopo aver letto informazioni, recensioni e approfondimenti su di esso, e le aziende che desiderano  “acquisire” queste vendite devono consentire che il pubblico acceda a qualche segreto “interno”.

Ogni azienda ha un patrimonio di conoscenze interne che può essere utilizzato per creare contenuti che aiuteranno a umanizzare la marca e a guidare i prospect attraverso il loro viaggio d’acquisto. Per sfruttare queste conoscenze nella creazione di contenuti creativi, è necessario archiviarle,  gestirle ed estrarle in modo efficace.

Utilizzare una specifica banca dati aziendale può contribuire a snellire questo processo e consentire l’accesso a informazioni aziendali approfondite in grado di abbattere le barriere alla vendita dei clienti potenziali, facendoli avvicinare ai propri prodotti eservizi.

Come attingere al deposito di conoscenze dell'azienda

Il primo passo è creare una banca dati che ospiti le informazioni su ogni aspetto della vostra azienda, dalla storia della sua fondazione  sino alle lamentele più comuni dei clienti. Queste conoscenze possono - e devono - alimentare la vostra strategia di content marketing e rappresentare una risorsa in continua crescita  a disposizione dei vostri team di marketing e vendite.

Per archiviare efficacemente tutte le preziose conoscenze detenute dalla vostra società, vi sono alcune aree chiave che ogni banca delle conoscenze dovrebbe includere:

Conoscenze interna: Questo ambito include gli eventi chiave nella cronologia della vostra azienda, le modalità di gestione quotidiana, ciò che offre. Quest’area comprende anche informazioni interne sullo sviluppo dei prodotti, eventi con positivo effetto motivazionale , il vostro vantaggio competitivo, e ogni aspetto rilevante della cultura della vostra azienda.

Conoscenze di Settore: tendenze e novità del settore rientrano in questa categoria. Il vostro CEO potrebbe avere intuizioni sui trend del vostro mercato o su come la tecnologia mobile avrà un impatto sulla vostro attività. Ad esempio, recentemente ho scritto circa 117 milioni dollari round di finanziamento di Taboola e cosa ha significato per l'industria dei contenuti di marketing. Condivisione ricca analisi del settore aiuterà la vostra azienda a diventare una risorsa utile e autorevole.

Dati e opinioni: Questi sono tipologie complementari di conoscenza. La vostra azienda potrebbe raccogliere migliaia di punti dati approfonditi, ma non significa molto, senza contesto. Eventuali pezzi di opinione si pubblica dovrebbero essere basate su dati, e introdurre o espandere sulle vostre idee. Ad esempio, il nostro team ha esaminato 153 redattori pubblicazione di pubblicazione, e usiamo i risultati per eseguire il backup nostri consigli su in corso di pubblicazione.

Per rendere utile la vostra banca di conoscenza, questa deve essere organizzata e disponibile a tutti i dipendenti che possono fare buon uso di queste informazioni. Come archiviare e accedere alle informazioni in gran parte dipende dalla vostra cultura e le esigenze di business '.

Non deve esserci un proliferare di database distinti che si sovrappongono per alcune tipologie di informazioni ma che rimangono autonome e separate. Questo crea solo inefficienza. C’è bisogno invece di un sistema organizzato e sostenibile per archiviare i tuoi dati. In una situazione ideale di massima efficienza, questa banca è perfettamente integrata nel tuo sistema CRM, ma in assenza di questa possibilità si possono utilizzare ache altre soluzioni come Google Drive, Dropbox, o altre unità esterne di collaborazione accessibili, con la possibilità di creare cartelle personalizzate per ogni area aziendale o responsabile di progetto.

Le banche della conoscenza possono essere utilizzate dal vostro reparto HR di reclutamento, dal team di PR, da quello dei social media, e dalle squadre di formazione e dal customer service.

Come mettere al lavoro la banca delle conoscenze

Una volta creata la vostra banca delle conoscenza, si dispone di una libreria di risorse che i vostri team di marketing e vendite possono utilizzare.

Una banca conoscenza funziona più efficacemente se è strategicamente allineata con un calendario editoriale. È possibile alimentare la banca di conoscenza in previsione degli argomenti che saranno affrontati nel calendario editoriale.

Si dovrebbe avere una chiara comprensione di ciò che la vostra leadership ritiene conoscenza di informazioni privilegiate e cosa non lo è a disposizione per il rilascio pubblico.

Tuttavia, si sforzano di limitare la quantità di conoscenza che è solo per uso interno ed etichettare il informazioni riservate così l'informazione del pubblico è facilmente accessibile.

Per ottenere il massimo dalla tua banca delle conoscenze, ci sono quattro regole da tenere in considerazione:

1. Definisci l'area di eccellenza della tua azienda

Se scrivi solo in termini generali  di temi di content  marketing, sarei una delle centinaia di persone che diffondono idee poco originali su questo settore. Invece, devo fare un approfondimento di contenuti e informazioni nelle  aree in cui la mia azienda eccelle - estrazione e gestione della conoscenza.

2. Conserva ricerche, approfondimenti, idee e spunti rilevanti.

La vostra banca conoscenza dovrebbe includere articoli precedentemente pubblicati, ricerche specifiche, e tutte le idee interessanti che vengono in mente. Non dimenticare di includere elementi per i quali siete appassionati o esperienze personali personali che illustrano perfettamente un particolare disagio. I lettori possono sentirsi appassionati per le storie scritte, e se non sposi le tue competenze con le tue passioni, non verrà fuori niente di percepito come autentico. Mantenere questi pensieri organizzati e accessibili ti farà risparmiare tempo quando i seguito ti metterai a scrivere.

3. Potenzia il team di vendite.

Ai responsabili dei team di vendita può essere concesso l'accesso alla banca delle conoscenza per armare loro venditori con i contenuti di cui hanno bisogno per educare e convertire le opportunità in vendite. Memorizzare informazioni sulle storie di successo dei clienti, i punti critici comuni, e le risposte testate nel corso del tempo per superare le obiezioni. Queste sono tutte buone munizioni per i membri dei team di vendite che apprezzeranno l'accesso alle risposte dimostrate efficaci da utilizzare per i prospect. Con questa conoscenza, il team di vendita può chiudere più vendite.

4. Aggiorna continuamente.

La vostra banca delle conoscenze non è mai completa. Anche se è importante raccogliere il maggior numero di informazioni possibili sui vostri clienti potenziali quando create la banca ì, dovrete  rivedere i file molto spesso per assicurarvi che le informazioni siano accurate e tempestive.

Quante più cose sapete sui vostri clienti, più il vostro contenuto sarà in grado di parlare ad essi.

Prendere il tempo per archiviare informazioni che i vostri collaboratori di marketing , venditori e clienti possono usare renderà la costruzione di relazioni molto più facile. In questo modo potrete mantenere qualunque membro della vostra organizzazione allo stesso livello di conoscenza riguardo alla vostra mission , ai vostri clienti e al modo in cui operate. Allo stesso modo, andrete a stabilire una strategia di lancio per educare i clienti e mettere in mostra il vostro marchio ( dare visibilità al vostro marchio). In questo modo, il vostro messaggio di marca riuscirà a trovare una sorta di intima vicinanza  con i clienti potenziali, indipendentemente da chi comunica.

Kalì Collaboration per organizzare e rendere disponibile la conoscenza aziendale

I siti web realizzati con Kalì  permettono di dare attuazione a  questi principi attraverso l’implementazione di Kalì Collaboration, che consente di realizzare intranet aziendali evolute e si rivolge alle organizzazioni per le quali è cruciale disporre di un avanzato sistema di gestione delle informazioni, in grado di condividere, conservare e revisionare qualsiasi tipo di contenuto, secondo processi semplici e user friendly.

 

Fonte: How to Build a Knowledge Bank to Fuel Your Content Marketing Strategy

By John Hall published May 11, 2015 - Content Marketing Institute

Stampa

2014 Img Internet srl,  via Moretto da Brescia 22 - 20133 Milano tel +39 02 700251 - fax +39 02 7002540
Privacy Policy