CercaEsegui ricerca
Marketing
Come sviluppare la tua strategia B2B su Facebook

Come sviluppare la tua strategia B2B su Facebook

12 novembre 2014
Come sviluppare la tua strategia B2B su Facebook

Facebook è prevalentemente un social network utilizzato per il B2C; se è vero che il medium è il messaggio è fuor di dubbio che questo social si presta particolarmente bene alla comunicazione tra marchi e singoli individui, proprio per il modo in cui è stato inizialmente ideato. Facebook nasce infatti come strumento per osservare gli altri e si sviluppa prestissimo come strumento per condividere i propri pensieri. E' possibile per i marchi B2B impostare una strategia di social media marketing efficace su di esso? Questo articolo definisce i 4 passaggi fondamentali da seguire al fine di raggiungere l'obiettivo.

Il marketing su Facebook può funzionare bene per il B2B ma potrebbe essere necessario ripensare all’impostazione della tua pagina aziendale.

In questo articolo vengono forniti quattro consigli che potranno aiutarti a far funzionare Facebook per la tua azienda e per i tuoi clienti.

1: Individua il tuo pubblico

E’ importante riconoscere che il proprio bacino d’utenza su Facebook potrebbe non essere lo stesso rispetto a LinkedIn.

Conoscere a chi ti rivolgi, in particolare le sue aspettative, è sempre il primo passo per il successo. Quando ne comprendi i desideri, è allora possibile fornirgli ciò che effettivamente gli interessa.

Come fare prima di tutto a capire qual è il tuo bacino d'utenza su Facebook? I dati sono già a disposizione, è sufficiente utilizzare strumenti quali Facebook Insights, Google Analytics e analizzare il tuo stesso database per averne una chiara visione.

I Facebook Insights tracciano il modo in cui gli utenti interagiscono con la tua pagina. E’ possibile tracciarne le preferenze, osservare come interagiscono con la tua pagina a seconda della provenienza o tracciare quale segmento di utenti stai raggiungendo e coinvolgendo maggiormente all’interazione.

Una volta che hai i dati a disposizione, crea delle personas che riflettano il tuo bacino d’utenza ideale. Che tipo di problemi hanno bisogno di risolvere? Quale contenuto è più interessante per essi in una atmosfera informale? Quale contenuto puoi fornire loro per accrescere le relazioni?

Sviluppare le personas aiuta a focalizzare l’attenzione sul bacino di utenza che effettivamente si vuole coinvolgere.

2: Crea e cura contenuti pensati con attenzione

Il tuo tono di voce, il tipo di contenuto che condividi e anche il modo in cui personalizzi le pubblicità sarà diverso su Facebook. Occorre un’azione bilanciata tra il fornire contenuti collegati alle tue attività aziendali e interessanti abbastanza per chi ti segue al fine di tenere alto il tasso di coinvolgimento.

Il segreto è evitare la ”vendita pesante” sulla tua pagina. Non tentare di convertire immediatamente i fan in lead o vendite. Crea e cura invece un mix di contenuti che accompagni gli utenti in un viaggio insieme al tuo marchio nel tempo.

Uno studio del New York Times riguardo la psicologia della condivisione ha evidenziato che le persone condividono i contenuti che percepiscono di valore. Il valore può essere il supporto a una causa, fornire intrattenimento o alimentare le relazioni.

Qualsiasi cosa aiuti i tuoi follower a definire se stessi rispetto ai loro follower (che siano amici, famiglia o colleghi) è per loro interessante.

In altre parole, il tuo pubblico B2B sta probabilmente provando a promuovere se stessa come esperta e condividerà i contenuti che la aiuteranno a raggiungere questo obiettivo.

Nel momento in cui comprendi come il tuo pubblico B2B reagisce ai contenuti presenti su Facebook, puoi iniziare a creare contenuti che lei stessa vorrà, il tipo di contenuti che riguarderà i suoi interessi e rafforzerà la sua esperienza.

3: Pubblica aggiornamenti negli orari migliori sulla base del tuo bacino d’utenza

Una tattica importante per incrementare le prestazioni della tua pagina Facebook B2B è quella di pensare a quando pubblicherai i tuoi contenuti. Potrebbe sembrare ovvio, ma molte pagine non sfruttano questa opportunità.

I Facebook Insights ti mostrano quando i tuoi fan sono online. Probabilmente ha più senso postare gli aggiornamenti quando loro sono maggiormente online; tuttavia il tempismo non è tutto. Se il tuo contenuto non è buono, nessuno ne sarà coinvolto, non importa quando lo posterai. Assicurati di ragionare sul quadro generale quando pianificherai contenuto e tempistiche.

Usa gli Insights per tracciare l’orario dei post, il tipo (es. testo, link o immagini) e il coinvolgimento. Quando sei all'inizio, puoi osservare cosa ha funzionato e cosa no nell’arco mese precedente.

Andando avanti, esporta i tuoi insight su Excel e traccia i temi e il coinvolgimento per diversi mesi per affinare il tuo contenuto.

Per esperienza, le pagine B2B tendono a dare i migliori tassi di coinvolgimento nelle fasce orarie 12:30-14:00 e 16:00-18:00, gli orari in qui le persone sono in pausa pranzo a lavoro a stanno iniziando la conclusione della giornata.

Queste tempistiche, anche se non sono una regola universale, possono essere uno spunto per cominciare. I tuoi argomenti e le tue tempistiche dovranno poi variare a seconda della tua azienda, contenuto e pubblico.

4:  Rendi le pubblicità più efficaci lavorando sul target

Che tu stia provando ad aumentare i Like della pagina, inviare traffico al tuo sito web o aumentare il numero di persone raggiunte (reach), l’obiettivo della tua campagna di advertising è quello di attrarre le persone giuste per massimizzare il tuo ritorno sugli investimenti (ROI).

Facebook rende questo più facile grazie alle opzioni di targetizzazione delle pubblicità. Puoi restringere il target su categorie, interessi generali di business, chi segue i tuoi concorrenti e altro.

Ad esempio se vuoi aumentare fan B2B, puoi lanciare una pubblicità personalizzata ai proprietari di piccole attività che leggano un particolare giornale e che siano al momento fan della pagina di un tuo concorrente.

Puoi anche restringere ulteriormente questo target cercando chiunque lavori in una specifica azienda con un certo ruolo.

Le opzioni sono infinite, è importante sfruttare le possibilità offerte da Facebook per far sì che la pubblicità funzioni su misura per la tua attività.

Conclusioni

Con un po’ di attenzione alle fasi di ricerca e pianificazione, i marchi B2B possono garantirsi un buon bacino d’utenza su Facebook. Naturalmente prima di poter catturare il tuo pubblico devi conoscerlo.

Utilizza i dati a tua disposizione, i Facebook Insights, Google Analytics o il tuo database per determinare quale tipologia di contenuto si adatta alla tuo potenziale pubblico, quando più probabilmente vedranno questo contenuto e come personalizzare sulla base del tuo pubblico la pubblicità.

Crea e cura contenuti che non siano solo accattivanti, ma che rinforzino anche la necessità di chi ti segue di manifestare il proprio pensiero; questo li porterà a condividere i tuoi contenuti con maggiore probabilità.

Fonte: socialmediaexaminer.com

Stampa

2014 Img Internet srl,  via Moretto da Brescia 22 - 20133 Milano tel +39 02 700251 - fax +39 02 7002540
Privacy Policy