CercaEsegui ricerca
Social Media
7 tecniche utili per aumentare la presenza del tuo marchio nei Social Media

7 tecniche utili per aumentare la presenza del tuo marchio nei Social Media

4 dicembre 2013
7 tecniche utili per aumentare la presenza del tuo marchio nei Social Media

Nei social media, il concetto di “buono” è lontano da “buono abbastanza per generare ROI”. Migliaia di marchi sono in competizione per convogliare l’attenzione della stessa audience. I potenziali clienti sono martellati di continuo da informazioni sui prodotti, offerte promozionali e altri materiali considerati “virali” dai brand (e solo da loro). Vediamo 7 tecniche per migliorare la presenza social del tuo marchio.

Il valore dei Social Media è oggi universalmente riconosciuto. I migliori marketing manager conoscono e utilizzano la potenza e l’importanza dei contenuti, delle comunità online degli utenti e delle conversazioni fra brand e clienti.

l problema è che molti brand, nonostante adottino le pratiche consigliate nei libri di social media marketing (come, ad esempio, postare con costanza nuovi contenuti, assumere community managers a tempo pieno e implementare strumenti di analisi delle visite) non riescono ancora a raggiungere un ritorno di investimento soddisfacente.

Per primeggiare, il tuo marchio deve andare oltre le “best practices” consigliate nei manuali e leggere fra le righe delle conversazioni degli utenti. Queste 7 tecniche ti aiuteranno ad amplificare la tua presenza all’interno dei social media:

1) Sorprendi la tua audience comunicando il lato umano del tuo brand.

Sii autentico e fai conoscere la tua personalità.

A nessuno interessa sentire il linguaggio promozionale di un’azienda. Sarcasmo, esperienze di vita reale e caricature comiche costituiscono una ventata d’aria fresca nel campo del social media branding.

Non ci si aspetterebbe mai che due grandi catene di fast food inizino a prendersi in giro fra loro tramite tweet, eppure KFC e Cap’n Crunch  lo hanno fatto, generando divertimento e coinvolgimento fra gli utenti.

Perché questa tecnica funziona:

In linea con i dati dell’istituto di ricerca americano “Pew Center”, il 72% degli americani adulti utilizzano i social media – ma, secondo uno studio recente dell’istituto ”Edison Research”, solo il 33% dei consumatori segue i brand su network come Facebook o Twitter. I consumatori si iscrivono ai social networks per seguire le persone, non le aziende. Per avere successo, un brand deve adottare un’approccio quanto più personale possibile per relazionarsi meglio con l’utenza social.

2) Rendi la tua audience parte attiva nella comunicazione.

George Takei gestisce una delle pagine più esilaranti su Facebook.  Ha costruito una community di fans attorno a dei contenuti molto scherzosi, e ha generato un altissimo tasso di coinvolgimento da parte degli utenti.

Ecco una semplice tecnica che il signor Takei utilizza spesso: inizia a postare un’immagine con un indovinello complicato, forzando gli utenti a ragionare per arrivare ad una soluzione. Solo dopo aver risolto l’indovinello l’utente mette un like o commenta la foto.

Questo gioco genera un notevole aumento del social engagement e fa leva sul fatto che gli utenti non vedono l’ora di scoprirne la soluzione.

Altri giochi come “inventa la didascalia della foto”, “completa la frase”, “trova il luogo rappresentato nella foto” sono modi diversi per aumentare il coinvolgimento degli utenti verso la propria pagina.

Perché questa tecnica funziona:

Le aziende non dovrebbero utilizzare i social media come canale di comunicazione uno a molti ma come canale per dialogare con i propri attuali e potenziali clienti.

Contenuti divertenti, coinvolgenti e accattivanti aiutano la tua pagina social ad uscire dalla massa e a vincere nella competizione online. Le aziende che generano 1000 like su facebook generano anche circa 1400 visite giornaliere  al proprio sito, più riesci a mantenere la tua audience attiva sui social media, più genererai alti volumi di traffico e nuovi fans.

3) Comunica visivamente.

I classici 140 caratteri di un tweet a volte sono già troppi per catturare l’attenzione degli utenti. Un’immagine invece necessita di una frazione di secondo per essere percepita.

Il brand Sephora utilizza in maniera sapiente questa tecnica per la produzione dei suoi contenuti per i social networks sulla  sua pagina Facebook. L’azienda completa i suoi post con immagini originali e ricche di stile.

Sephora ha sviluppato una strategia di comunicazione che cerca di unire il mondo del glamour con quello della vita quotidiana dei suoi utenti. Immagini e contenuti visuali sono sviluppati ad hoc per ogni post:

 

Oreo è un altro esempio di brand che sfrutta consapevolmente e in maniera efficace le tecniche di comunicazione  sui social network. 

Durante il terzo quarto del XLVII Super Bowl, quando durante l’evento un blackout si è protratto per più di 30 minuti,  il brand dei biscotti ha colto la palla al balzo realizzando un tweet e la relativa immagine a tema.

Il messaggio ha generato istantaneamente 15000 retweet e più di 20000 like su Facebook.

Se non fosse stato per l’immagine e per la tempestiva comparsa del tweet, questo post sarebbe stato completamente ignorato .

 

L’importanza del contenuto visuale è il motivo per il quale Pinterest ha acquisito una grande popolarità nel 2012 ed è ancora utilizzato dai più grandi brand.

Uno studio recente ha dimostrato che i “Pin” di Pinterest generano il 25% di vendite in più rispetto all’anno scorso.

Su Pinterest non si possono condividere solamente foto, ma anche video.

Perché questa tecnica funziona:

il 90% dell’informazione trasmessa al nostro cervello è di tipo visuale, e i contenuti visivi sono processati circa 60mila volta più velocemente nel cervello rispetto al testo (fonti: 3M Corporation e Zabisco). 

Su Facebook in particolare, le foto sono i contenuti migliori per ottenere like, commenti e condivisioni rispetto a contenuti testuali, video e links. (fonte: Dan Zarrella). Considera di aggiungere ai tuoi post una semplice foto o immagine che ne completi il testo.

4) Non prenderti troppo sul serio.

Gestire una grande azienda è un business serio. Ricordati però che i tuoi clienti non sono i tuoi investitori e che i canali social costituiscono un’ottima opportunità per scherzare con loro e per aumentare il tuo bacino utenza, non importa quanto la tua compagnia sia grande.

Prendiamo  Adobe Photoshop, per esempio. Come azienda leader nel mercato della progettazione grafica, Adobe possiede una brand awareness altissima. Sarebbe facile – fin troppo facile – per il brand utilizzare le solite tecniche da manuale attraverso i propri canali social.

Quello che fa Adobe è, invece, ricercare un dialogo con la comunità dei progettisti grafici, dando ascolto alle loro critiche e proposte per migliorare il prodotto.

Questa semplice tecnica ha trasformato il brand in un’azienda amata dai propri clienti.

 

Sulla stessa linea di Adobe, Air New Zealand, la compagnia aerea che ha prodotto questo video esilarante, è un brand che è conosciuto per non prendersi troppo sul serio.

L’azienda, che recentemente ha costituito una promozione congiunta per l’uscita del film “The Hobbit: The Desolation of Smaug”, ha trasformato i suoi attuali dipendenti in personaggi del film.

 

Perché questa tecnica funziona:

Secondo uno studio del 2013 dell’istituto “Forreseter Research”, l’85% degli utenti ancora non si fida dei brand online.

Come consumatori, siamo abituati (e stanchi) di ricevere telefonate promozionali e subire messaggi pubblicitari in ogni dove. I consumatori si fidano di brand che sono reali. Prendersi poco sul serio è un grande modo per mostrare il lato umano di un’azienda.

5) Renditi parte di una causa.

I brand sono molto più dei propri prodotti e hanno una grande influenza culturale.

I canali social sono dei media potentissimi per dimostrare supporto ad una determinata causa che le persone sentono propria. I consumatori necessitano che i brand supportino le loro cause per fidarsi di loro.

L’azienda “Toys R Us” utilizza la propria pagina Facebook per promuovere le offerte ma utilizza anche frequenti “break” con post che condividono i valori del proprio target di riferimento:

 

Perché questa tecnica funziona:

Ogni tanto è molto utile smettere di vendere i prodotti sulla propria pagina e focalizzarsi su altre cose a cui il proprio target di riferimento è veramente interessato.

Aggiungere varietà nei contenuti e spezzare la routine delle promozioni aiuta ad avvicinarsi ai potenziali compratori in un modo più emotivo e coinvolgente.

 

6) Esci dalla tua “comfort zone”.

 

I grandi brand sono ovviamente dei veterani nel loro settore. Qualche volta però, è importante respirare una ventata di aria fresca.

Prendiamo Oreo ad esempio. Il brand potrebbe facilmente limitare la sua sfera di influenza nel settore degli snack, ma non aggiungerebbe nessuna componente di novità e di divertimento per gli utenti.

Questo brand è noto per avventurarsi in altri settori merceologici, ad esempio il Super Bowl trattato prima e anche il lancio della nuova console PS4:

 

Le istituzioni finanziarie dovrebbero essere, a rigor di logica, l’ultima tipologia di aziende che ci si aspetterebbe avventurarsi in altri territori di marketing.

Eppure E-trade, un’azienda americana nota anche per i suoi spot di bimbi parlanti, mostra un suo lato personale anche nei social network:

 

E*TRADE        ✔ @etrade

 

Boo! RT @businessinsider: Turkey is horrible. You should make a crown roast of pork for Thanksgiving. http://read.bi/1giB9Ph  | ^DW

6:47 PM - 27 Nov 2013

 

Perché questa tecnica funziona:

Le persone sono complesse e le differenze fra loro le rendono interessanti.

Perché non utilizzare questa conoscenza per aumentare la fiducia dei clienti nella tua azienda?

Un business che esplora nuove idee insieme ad i propri clienti genererà in maniera naturale conversazioni, opinioni e renderà la tua pagina interessante.

7) Agisci come un vero leader.

Le persone costituiscono il cuore del marketing sui social media. Aumenta la tua esposizione dando molto di più alla tua community rispetto a quello che chiedi. Condividi grandi idee e rendile parte integrante della comunicazione del tuo brand.

Ecco un esempio da Clarity.fm, una startup che connette il mercato di persone bisognose di consigli con gli esperti in materia. L’azienda ha recentemente aggiunto citazioni da 23 conosciuti business leaders. Dopo ogni citazione è stato inserito un pulsante di call-to-action chiamato“Tweet this” attraverso quale i lettori possono condividere le citazioni preferite.

Questo post ha generato centinaia di condivisioni:

Perché questa tecnica funziona:

Nei social networks, non interessa a nessuno condividere la tua promozione o i tuoi sconti o post con milioni di hashtag.

I brand che agiscono come veri leader acquisiscono una maggiore esposizione nei social networks perché essi offrono contenuti ricchi di valore e risorse che le persone vogliono veramente condividere.

Ad oggi, questa campagna di Clarity ha generato centinaia di condivisioni sui social media, e il motivo principale risiede nel fatto che la presenza di 23 esperti è stata parte integrante del post donandogli autorevolezza.

Coinvolgimento personale e grandi contenuti sono i due fattori chiave per convogliare attività virali da parte degli utenti.

Dato per assodato che i post dei brand hanno un’efficacia massimizzata nei primi 30 minuti di vita, una comunità di utenti attiva e coinvolta gioca un ruolo estremamente importante.

Costruisci la tua strategia di distribuzione dei contenuti attorno alle persone per prolungare la vita degli stessi.

Testare le acque:

I social media sono in continua evoluzione. In altre parole, anche il tuo brand sta determinandone l’andamento. Non avere paura di sperimentare idee nuove. Stai costruendo una comunicazione biunivoca con i tuoi clienti. Lasciali guidare il tuo brand verso nuovi orizzonti

Fonte: Hubspot

Stampa

2014 Img Internet srl,  via Moretto da Brescia 22 - 20133 Milano tel +39 02 700251 - fax +39 02 7002540
Privacy Policy