Imparare a nuotare nel mare digitale

Imparare a nuotare nel mare digitale

Nel Workshop Esperto Facebook del programma Going Digital 2017, Giacomo Balestra Valeria Russo hanno guidato i partecipanti alla comprensione delle caratteristiche e all'utilizzo pratico degli strumenti resi disponibili dal canale, in termini sia di contenuto che di marketing. 


dalle alle
---

Giacomo Balestra ha introdotto il Workshop raccontando le attività svolte da Img Internet nell'ambito delle strategie digitali e mostrando come le attività di comunicazione su Facebook si integrano nel contesto più ampio delle tecniche che un'azienda deve mettere in atto per essere competitiva sul mercato. Oggi il Marketing si basa sull'interazione e sul passaparola e diventa, quindi, fondamentale per le imprese dominare questo aspetto "esperienziale" per coinvolgere ed ampliare i loro clienti. 

Il cambiamento nel mondo dei siti web

"Ricordo i primi siti che progettavamo in Inferentia nel triennio 1996-1999." racconta Valeria Russo "E' stata una palestra fantastica e fondamentale. Era un vero lavoro di squadra e la parola d'ordine era sperimentare. I clienti iniziavano a capire che era necessario essere presenti in Rete, volevano farlo nel modo più elegante e innovativo possibile e per noi era una sfida quotidiana. All'epoca il sito serviva alle aziende per presentarsi e alcune più all'avanguardia proponevano contenuti di interazione molto basica: test, sondaggi, iscrizione a newsletter. Ma l'aspetto principale era raccontare chi si era, cosa si faceva e quali prodotti e/o servizi si offrivano. Il driver, allora, era l'azienda. Oggi fare un sito non è più sufficiente. E farlo per parlare solo dell'azienda lo è ancora meno. Bisogna tenere conto del fatto che gli utenti si dimostrano sempre più consapevoli e capaci e che da loro bisogna obbligatoriamente partire per raggiungerli e ingaggiarli in modo efficace. Facebook è attivo in Italia da nove anni" continua Valeria "i Social sono in crescita costante e c'è il dato incontrovertibile della prevalenza di connessione e navigazione da Mobile più che da computer fisso, uno scenario che mi fa pensare al web, inteso letteralmente come sito, come al nonno della Rete, anche se rimane un nodo fondamentale a cui di certo non si può rinunciare. Se, adesso, un cliente mi chiedesse di fare un sito, di certo gli proporrei di optare per una strategia allargata e integrata con tutti i canali che servono a sostenere e rendere più significativa la messa on line di un sito. Il sito per il sito, con i nuovi scenari che abbiamo sotto gli occhi, ha valore reale, anche in termini di business, solo se studiato e realizzato in una logica omnicanale, ispirata da e orientata all'utente"

La percezione dei contenuti sulle pagine Facebook è fondamentale

"L'analisi dei dati è necessaria." puntualizza Valeria "Senza leggere e interpretare ciò che gli utenti guardano, quali sono i contenuti con cui preferiscono interagire, quelli verso cui manifestano un interesse maggiore, una pagina Facebook non evolve come potrebbe. Nelle nostre aule una delle regole d'oro che cerchiamo sempre di far passare è che il contenuto è alla base di ogni strategia e mai come oggi credo sia da considerare come priorità assoluta. "Ascoltare" il comportamento degli utenti, tenere traccia dei post che apprezzano di più, rispondere a ciò che scrivono sulla pagina FB in forma sia di commento che di messaggio o recensione: tutto questo è contenuto e bisogna dargli sempre tutta l'importanza che merita."

L'utente è la nostra bussola e ciò che un'azienda deve fare è solo farsi guidare e seguirlo, adeguandosi ai suoi interessi, alle sue preferenze, ai suoi comportamenti e rispondendo, in anticipo, alle sue aspettative

Integrazione tra i diversi media (giornali, social e ecommerce) e sviluppo futuro di questo ecosistema

"Sinceramente non lo vedo, e non lo vivo, in termini di sviluppo futuro ma come presente in pieno svolgimento." continua Valeria Russo "Intorno a me, sia per il lavoro che svolgo sia in privato, noto che ormai siamo tutti immersi dentro questo sconfinato mare digitale. Penso agli amici, anche poco alfabetizzati alla Rete, che hanno il conto su Pay Pal, comprano principalmente on line e invece di accendere la TV si collegano a Netflix. Penso alle tante persone conosciute usando servizi come Blablacar e Airbnb. Penso agli appassionati di IoT e di realtà aumentata. E mi convinco sempre di più che il passaggio dall'interazione all'integrazione sia già avvenuto. Il futuro, se a questo dobbiamo pensare, si misurerà sulla capacità di penetrazione di questi fenomeni che personalmente vedo in crescita positiva. E più queste tendenze prenderanno piede e trasformeranno le nostre abitudini quotidiane, più ci sarà bisogno di comunicarle e promuoverle in forme sinergiche per aumentarne la capacità pervasiva, il valore e la performance." 

L'Email rimane uno strumento ancora efficace per il marketing

"La percezione che lo strumento email sia in estinzione non mi ha mai persuaso, così come quella della scomparsa del libro su carta." cita Valeria Russo "Ci sono "conquiste" che diventano pietre miliari e l'email è una di questa. Prova ne è anche il successo che sta riscuotendo l'Inbound Marketing con le sue caratteristiche che hanno nell'email un elemento cardine di contatto e di ingaggio degli utenti."

Esempio di campagna che utilizza tutti gli strumenti nel modo più adeguato

"Parlando di un brand nello specifico" conclude Valeria "potrei citare qualche esperienza che ho seguito personalmente. Un cliente del settore crociere nel 2011 si è avvicinato al mondo Social aprendo, timidamente, una pagina su Facebook. Aveva solo un sito, nemmeno ben strutturato a mio giudizio, ma era così convinto e motivato nella scelta che nel giro di poco più di un anno è arrivato ad avere un milione di follower sulla pagina. Un successo ottenuto anche attraverso l'uso di FB Ads ma che è stato in ogni caso frutto di un lavoro ben congegnato nell'utilizzo della pagina FB, di attivazione di altri canali in modalità integrata (YouTube, Twitter e Instagram) e, non ultimo, il coinvolgimento di blogger di fama nel loro ambito (viaggi in crociera) che gli hanno garantito una visibilità e una riconoscibilità senza precedenti. Questo per sottolineare che il pensiero strategico unito alla comprensione del potenziale che il digitale ci offre può portare molto lontano."