CercaEsegui ricerca
Marketing
2020: le parole chiave del cambiamento digitale

2020: le parole chiave del cambiamento digitale

7 gennaio 2020
2020: le parole chiave del cambiamento digitale

Il 2020 è un anno importante per gli affari e per le aziende italiane, soprattutto per quelle che operano con l’estero. E se l'Italia si posiziona al 20° posto nella classifica dell’Internet Inclusivity, ci sono importanti segnali di crescita sia a livello di infrastrutture digitali che di cultura diffusa all'interno delle aziende.

Le imprese sono ormai favorevoli a introdurre in azienda le tecnologie digitali, ma è necessario un cambiamento di mentalità, che consideri alcuni dei pilastri della trasformazione in atto, soprattutto nell'ambito di scambi internazionali.

Tra i punti di forza delle imprese italiane c'è la qualità dei loro prodotti e servizi, un vantaggio competitivo riconosciuto a livello internazionale in numerosi comparti. Il potenziale dei nostri imprenditori risiede, inoltre, nella capacità di adattarsi più rapidamente all’evoluzione dei mercati esteri, grazie alla struttura snella che contradistingue le proprie organizzazioni. 

In un contesto mondiale in cui gli indizi di un rallentamento generalizzato e di incertezza politica, potrebbero andare a colpire gli scambi fisici tra paesi, la tencologia ci viene in aiuto; per questa ragione per tornare a crescere ci vogliono nuove strategie che vedono nell’innovazione e nella trasformazione digitale leve competitive importanti da affiancare alle esportazioni. Oggi più che mai è fondamentale promuovere anche la formazione di imprenditori e dipendenti e investimenti in nuovi processi e prodotti da offrire ai mercati internazionali.

I numeri che si stanno delineando rispetto all’utilizzo dei canali digitali un po’ su tutti i mercati, lascia intravedere una visione di un futuro prossimo che potrebbe essere sintetizzata in questo modo:

O sai muoverti nel digitale o sarai gradualmente messo ai margini di un mercato sempre più attento ai dati, ai comportamenti degli utenti, e all’efficacia delle azioni commeciali.

Le parole chiave sono data-driven business, intelligenza artificiale e machine learning, e gli elementi culturali guida non possono prescindere la conoscenza dei principali strumenti di business a livello internazionale, dai marketplace alle reti sociali ai motori di ricerca.

L’export digitale

Nel 2020 la figura dell’esperto in Export digitale è fondamentale per l’incremento delle attività di internazionalizzazione. E non è solo una questione di marketing digitale, che è ovviamente fondamentale, bisogna adottare un approccio strategico prima ancora che operativo, affrontando in modo competente l’analisi e la valutazione della maturità di un mercato nazionale, la scelta dei canali distributivi digitali più efficaci (e-commerce proprietario, marketplace, presenza di prodotti e servizi all’interno di piattaforme riservate a importatori e rivenditori), la mappatura dei marketplace più diffusi nel mercato di riferimento, l’uso professionale del digitale attraverso la creazione di profili di successo, a esempio su Linkedin (“social selling”).

Alcune delle fiere i particolari settori stanno applicando una riduzione degli spazi espositivi, ma ciò non significa che si siano interrotti gli scambi commerciali anzi tutt’altro, è semplicemente cambiata la modalità con cui vengono organizzate, preparate concentrando gli appuntamenti e le modalità di scambio domanda offerta aiutate anche dal digitale.

Oggi dobbiamo essere al corrente che il primo motore di ricerca è Google a livello mondiale ma se già negli USA cede il 12% a Bing, se andiamo in Russia la sua percentuale scende al 51% lasciando sempre più terreno a Yandex, motore che si sta affermando anche in Bielorussia, Kazakistan, Uzbekistan, Ucraina e più di recente anche in Turchia. E in Cina? Qui Google è inesistente, non si muove foglia se non sei presente in Baidu che ha il 65% di penetrazione seguito da Sogou con il 20%. In Giappone Google ha il 74% del mercato con Yahoo / Bing al 25%.

Fare affari a livello internazionali significa conoscere il tessuto dei social network, in tutto il mondo sono 3,5 miliardi gli utenti di cui il 95% ne fa un uso da dispositivi mobili. E anche qui mentre Facebook, Instagram e WhatsApp la fanno da padrone quasi ovunque, in Cina c’è WeChat che da un punto di vista aziendale in chiave export offre tre elementi chiave su cui lavorare: WeChat Official Account, WeChat Store e WeChat Pay. Amazon in Polonia? Quasi inesistente, c’è Allegro, mentre in Russia, per ritornare sui social, VKontakte ha l’83% il resto lo lascia a Facebook e Instagram. 

L’obiettivo però non è solo conoscere questi strumenti ma sapere come operare, come utilizzarli al meglio, come per esempio rendere operativo un pagamento attraverso WeChat Pay in un contesto di fornitura di semilavorati, oppure sapere se ci sono degli strumenti che mi consentano di esportare il mio catalogo prodotti in un marketplace.

La trasformazione digitale è già in atto

L’analisi dei dati è il suo cuore, è fondamentale per migliorare l’esperienza utente, snellire e ottimizzare i processi, accelerare il lancio di nuovi prodotti e servizi. In breve disporre e saper leggere i dati che ti offre internet significa aumentare notevolmente le prestazioni della propria azienda.

Le imprese investono sempre di più in soluzioni basate sull’intelligenza artificiale per migliorare e personalizzare i servizi per i clienti, ridurre gli errori umani, aumentare la produttività e la possibilità di raccogliere nuovi contatti. È evidente che il valore di queste soluzioni deriva soprattutto dai dati con cui vengono alimentate, e qui un marketing ben strutturato è la carta vincente

Secondo la ricerca Connectivity Benchmark 2019 condotta da MuleSoft, per il 2020 l’adozione di AI crescerà del 95%, e si baserà soprattutto su applicazioni di machine learning, automazione di operazioni semplici e introduzione di chatbot.

Per sfruttare in pieno il potenziale delle nuove tecnologie, le imprese hanno bisogno di consulenza IT come principale abilitatore dei business, meglio se coadiuvata da competenze di comunicazione e marketing, e l’ecosistema digitale andrà sempre più snellito e reso veloce e efficace con strumenti nuovi e basati sull’esperienza web.

Stampa

2014 Img Internet srl,  via Moretto da Brescia 22 - 20133 Milano tel +39 02 700251 - fax +39 02 7002540
Privacy e Cookie Policy