CercaEsegui ricerca
Web Design e UXD
Come realizzare un sito ecommerce che conquista: l'importanza del web design

Come realizzare un sito ecommerce che conquista: l'importanza del web design

30 gennaio 2018
Come realizzare un sito ecommerce che conquista: l'importanza del web design

Un sito ecommerce deve portare il consumatore ad acquistare il maggior numero di prodotti nel modo più naturale possibile. La disposizione degli elementi della pagina determina in maniera considerevole le conversioni.

Fonte: blogcomerce Dhl

Facendo una sintesi, sono tre le cose che non devono mai mancare in un e-shop:

  • Fiducia. L’utente deve sentirsi a suo agio e fidarsi di te, altrimenti andrà velocemente a spendere i suoi soldi da un’altra parte.
  • Semplicità. Il fruitore deve utilizzare il sito il modo semplice e intuitivo. Un esempio? Non deve mai abbandonare la pagina perché non riesce a capire qual è l’azione successiva da compiere.
  • Trasparenza. A volte viene trascurata, ma è fondamentale. La pagina contatti, così come quella sulle condizioni di spedizione, deve essere facilmente rintracciabile. Non dimenticare, inoltre, di fornire informazioni dettagliate e reali sui prodotti.

Come realizzare un sito ecommerce?

“Come voglio che si sentano gli utenti appena arrivati sul sito?”. È questa la prima domanda da porsi quando si deve decidere come realizzare il proprio e-shop. Può sembrare banale, ma non lo è. È necessario conoscere il comportamento dei visitatori conducendo ricerche e provando a tracciare le loro attività online.

Non si deve però dimenticare l’approccio del growth-driven design: invece di sostituire completamente il sito a distanza di anni, è consigliato modificarlo più spesso tenendo sempre a mente le analisi accurate sulla user experience e gli obiettivi di marketing che ti sei posto.

Snellire, snellire e ancora snellire

E il layout? Sicuramente uno stile sobrio ed essenziale premia sempre. In fase di progettazione, preoccupati delle modalità con le quali gli utenti accedono alle pagine prodotto. È importante far compiere loro scelte di acquisto nel modo più naturale possibile.

L’approccio del flat design (mai sentito dire less is more?) è sicuramente da tenere bene a mente, in modo da mettere a punto configurazioni asciutte con l’obiettivo di catalizzare l'attenzione sui contenuti, evidenziare rapporti gerarchici e ridurre i tempi di caricamento.

Parola d’ordine: semplicità

Come realizzare un sito ecommerce dal punto di vista del web design? Ricorda: chiarezza e pulizia, prima di tutto. L’utente desidera esclusivamente trovare un sito semplice e intuitivo. Non dimenticartelo mai.

Un altro consiglio che può rivelarsi utile è quello di concentrarsi sulla distribuzione dei prodotti all’interno della pagina. La soluzione ideale è collocarne una giusta quantità, non troppi né troppo pochi. Attenzione poi agli slanci di creatività: gli header standardizzati con logo a sinistra, carrello a destra e barra di ricerca in basso facilitano la navigazione e, soprattutto, permettono al consumatore di trovare subito ciò che cerca.

Anche l’occhio vuole la sua parte

Un’altra caratteristica che deve avere un e-shop è, sicuramente, quella di mettere a disposizione del potenziale cliente una serie di foto (e, se possibile, video) di tutti i prodotti, in modo da farglieli quasi toccare con mano. Molto spesso, infatti, prima di acquistare online un qualsiasi articolo, gli utenti si recano nel negozio fisico per testarne le caratteristiche: ritrovarle una volta arrivati sul sito faciliterà senza dubbio l’acquisto. Queste immagini dovrebbero essere posizionate su sfondi non fastidiosi, preferibilmente bianchi, ed essere ovviamente a fuoco. È essenziale, inoltre, prevedere una funzione di zoom e presentare la possibilità di cambiare punto di vista.

Content Marketing, ma non solo

È consigliabile affiancare sempre un blog al tuo negozio online. Oltre all’importanza da dare alla qualità dei contenuti offerti, ricorda sempre di utilizzare font, dimensioni del carattere e stili di scrittura che facilitino la lettura.

Non va, ovviamente, dimenticata la rilevanza da dare ai dispositivi mobili. Sempre più consumatori, infatti, decidono di procedere all’acquisto tramite smartphone e tablet: risulta, quindi, inevitabile usare un design che sia responsive.

Last but not least

Qualsiasi cosa tu decida riguardo al web design del tuo ecommerce, ricorda sempre di privilegiare la semplicità e la fluidità delle azioni. Il primo motore del miglioramento è l’autocritica. Prova ad osservare il tuo lavoro con un occhio esterno, cosa non funziona? Cosa va valorizzato?

Per svolgere questa autoanalisi al meglio, prova a metterti nei panni dell’utente che approda sul tuo sito dopo averlo trovato sui motori di ricerca e percorri la strada che porta ai prodotti assieme a lui. Quali sono i punti critici? Hai fatto fatica ad individuare gli step successivi da compiere per avanzare nella customer journey?

Solo allora potrai davvero iniziare a lavorare sul tuo ecommerce, mettendo in risalto tutti i suoi punti di forza e abbattendo quelli che sono i punti di debolezza.

Fonte: blogcomerce Dhl

Stampa

2014 Img Internet srl,  via Moretto da Brescia 22 - 20133 Milano tel +39 02 700251 - fax +39 02 7002540
Privacy e Cookie Policy