CercaEsegui ricerca
Web Design e UXD
Come scegliere la migliore piattaforma CMS per favorire la crescita della tua azienda

Come scegliere la migliore piattaforma CMS per favorire la crescita della tua azienda

22 aprile 2021
Come scegliere la migliore piattaforma CMS per favorire la crescita della tua azienda

Non importa quanto sia bello il contenuto, se poi il CMS non può visualizzarlo e gestirlo correttamente. Molte organizzazioni hanno smesso di evolvere sul web perché il loro CMS non riesce a tenere il passo con i loro obiettivi di crescita. Oggi il modello che si sta affermando è il SAAS, ma vediamo un po' tutti quello che offre il mercato.

Quindi cosa dovresti cercare quando scegli un CMS? Quali caratteristiche dovresti dare la priorità? Dovresti optare per un SaaS o una soluzione in hosting? Quali parti interessate dovrebbero far parte del processo decisionale?

Chi è lo stakeholder principale per la scelta di un Content Management System (CMS)?

Prima ancora di poter prendere in considerazione diverse funzionalità del CMS, è necessario capire chi decide quale CMS utilizzare.

Questo è più difficile di quanto sembri. Man mano che le dimensioni e le esigenze della tua organizzazione crescono, aumenta anche il numero di stakeholder. Il tuo IT potrebbe richiedere un CMS che si adatti al loro attuale stack di infrastruttura. Il marketing potrebbe volere qualcosa che si colleghi ai loro strumenti di marketing. Le vendite, d'altra parte, vorrebbero l'integrazione CRM.

Rendere felici tutti gli stakeholder può essere un potenziale campo minato.

In effetti, secondo uno Sondaggio Forrester, la maggior parte delle iniziative del sistema di gestione dei contenuti Web fallisce a causa di politiche interne.

Barriere al successo nelle implementazioni WCM

Questo è il motivo per cui i primi due passaggi nella scelta di un CMS sono:

1. Individuare le parti interessate coinvolte nella decisione CMS

Nella maggior parte delle organizzazioni, i seguenti dipartimenti sarebbero coinvolti nel processo decisionale CMS:

IT

Poiché l'IT sarà il responsabile ultimo della tecnologia e potrebbe dover mantenere e modificare il CMS, integrarli nella selezione è vitale per il successo di una distribuzione CMS.

Marketing

Il CMS è essenzialmente uno strumento di marketing. Per le organizzazioni focalizzate sul content marketing, è fondamentale che il marketing dia il via libera prima di effettuare una selezione CMS.

I saldi

Una stretta integrazione tra CRM e CMS migliorerà l'efficienza e l'efficacia delle vendite.

 

2. Dare priorità ai requisiti delle parti interessate

Ogni dipartimento coinvolto nel processo di selezione del CMS avrà requisiti diversi. Chiedete loro di dare la priorità ai loro requisiti (in termini di funzionalità e integrazioni) utilizzando ilMosca metodo:

Deve avere

Caratteristiche essenziali di cui il reparto non può lavorare senza.

Avrebbe dovuto avere

Caratteristiche che sono generalmente importanti quanto Must-have ma non sono così critiche in termini di tempo

Potrebbe avere

Caratteristiche desiderabili ma non critiche per il funzionamento del dipartimento.

Avrei

Caratteristiche meno critiche, recupero minimo o non appropriate in questo momento.

Potresti avere una matrice come questa dopo aver preso in considerazione i loro consigli:

Come scegliere un CMS utilizzando il metodo MoSCoW

Tienilo a mente prima di iniziare il processo di selezione del CMS. Comprendi che un tipico processo di selezione CMS richiederà una notevole quantità di tempo. Per un'azienda di medie dimensioni, ci si può aspettare 2-7 mesi tra la comprensione dei requisiti, la stesura della RFP e la firma del contratto finale. In sostanza, stai cercando una soluzione che controlli quante più funzionalità ad alta priorità per il maggior numero possibile di parti interessate.

 

Quale sistema di gestione dei contenuti dovresti usare: SaaS vs. hosting vs. piattaforma CMS on-premise

Una delle decisioni più importanti che dovrai prendere in anticipo è decidere tra una soluzione SaaS, in hosting o in sede.

CMS in sede

Con un CMS in sede, acquisti una licenza dal fornitore e installi il software sui tuoi server o sui server del tuo provider di hosting. Il provider CMS è responsabile solo della manutenzione e dell'aggiornamento del software; tutto, dall'installazione alla sicurezza, e gli aggiornamenti dell'infrastruttura saranno gestiti da te.

WordPress e Drupal sono due esempi di soluzioni on-premise.

CMS ospitato nel cloud

Con una soluzione ospitata nel cloud, si acquista una licenza, quindi si installa il software in un data center o in un host web in cui si affitta lo spazio sul server. Funziona proprio come un CMS in sede, tranne per il fatto che è installato su server di terze parti che non possiedi direttamente.

In genere, qualsiasi soluzione in sede può anche essere una soluzione in hosting, a condizione che l'host web soddisfi i requisiti del server.

Hostway e WPEngine sono due esempi di soluzioni ospitate.

Per fare un'analogia molto semplice, pensa alla differenza tra prendere un Uber e possedere un'auto. Con quest'ultimo, come il CMS in sede, sei responsabile della manutenzione, dell'assicurazione e del carburante dell'auto.

SaaS CMS

Una soluzione CMS Software as a Service Solution (SaaS) è ​​una categoria emergente che è salita alla ribalta negli ultimi anni. IlSaaS CMSfunziona come uno dei tuoi strumenti SaaS preferiti: Salesforce, Google Docs o persino Gmail. Non c'è niente da installare, aggiornare o mantenere. Il provider CMS si prende cura di tutti i problemi tecnici in modo che tu possa concentrarti sulla creazione e la gestione dei contenuti.

Di solito acquisti un abbonamento e paghi mensilmente per l'utilizzo del CMS. Normalmente non ci sono contratti a lungo termine o costi iniziali prima della distribuzione. Il software è precostruito e puoi trarre vantaggio dai continui miglioramenti e miglioramenti apportati dai fornitori.

Core dna e CrownPeak sono due esempi di soluzioni CMS SaaS.

 

Stai valutando le piattaforme CMS? Lasciati aiutare da noi.

 

Pro e contro della piattaforma CMS Software as a Service Solution (SaaS)

Le soluzioni SaaS sono un cambio di paradigma rispetto alle normali piattaforme CMS di siti Web, come nel settore CRM in cui Salesforce ha interrotto i tradizionali fornitori di CRM, SaaS sta iniziando a diventare più diffuso.

Professionisti SaaS CMS

Ecco alcuni dei vantaggi delle piattaforme SaaS CMS:

1. Ricco di funzionalità

Le piattaforme SaaS sono sviluppate una volta e utilizzate da tutti nella comunità, questo significa che sono progettate per essere facili da usare e hanno molte funzionalità per aiutarti a guidare il tuo business online.

2. Nessuna manutenzione / manutenzione

Tutto il lavoro di manutenzione - correzione di bug, manutenzione dell'infrastruttura - è curato dal provider CMS.

3. Aggiornamenti regolari

Le soluzioni SaaS aggiornano continuamente le loro piattaforme, assicurandosi che tu sia sempre aggiornato con le funzionalità più recenti.

4. Nessuna installazione

Tutto il lavoro di installazione è curato dal provider CMS. Tutte le applicazioni sono pre-costruite e funzionano in produzione. Puoi registrarti, pagare la quota mensile e iniziare a utilizzare subito il CMS.

5. Modello con pagamento in base al consumo

Le soluzioni SaaS in genere offrono piani di pagamento mensili. Invece di pagare una grande quota di licenza anticipata, paghi per ogni mese di utilizzo del CMS. Ciò riduce notevolmente i costi.

6. Sicurezza

Poiché il CMS viene installato lontano dai locali, è possibile sfruttare i processi stabiliti e infrastruttura per ridurre i rischi per la sicurezza. Qualsiasi soluzione SaaS decente avrebbe anche backup solidi e un processo di ripristino in caso di problemi di sicurezza.

7. Scalabilità

Poiché le soluzioni SaaS sono solitamente ospitate nel cloud, possono farlo scala con la tua richiesta. Un'improvvisa esplosione di traffico virale non avrebbe bloccato il tuo sito.

8. Accordi sul livello di servizio

La maggior parte dei fornitori di CMS SaaS offrirà una promessa di uptime minimo, piani di backup e ridondanza.

SaaS CMS Cons

Ecco alcuni degli svantaggi delle piattaforme SaaS CMS

1. Personalizzazione

Le piattaforme SaaS CMS non sono piattaforme di sviluppo, quindi non puoi cambiare drasticamente il funzionamento dell'applicazione principale per soddisfare le tue esigenze.

2. Supporto

Poiché il fornitore CMS è responsabile di tutta l'installazione e la manutenzione, il supporto dipende essenzialmente da una terza parte. Se il supporto non è buono, non puoi intervenire e aggiustare le cose da solo.

3. Sicurezza

Ancora una volta, con un CMS Saas, dai la tua sicurezza a una terza parte. Per la maggior parte delle aziende, questo non dovrebbe essere un problema, ma se si tratta di dati sensibili, questa perdita di controllo sulla sicurezza può essere una preoccupazione.

 

Migliori confronti con CMS SaaS

Il mercato SaaS CMS ha appena dieci anni, ma anche così, questa sezione relativamente giovane del mercato della gestione dei contenuti aziendali ha già prodotto una pletora di soluzioni SaaS come Kentico, Crownpeak, ContentstackDi seguito abbiamo confrontato alcune delle migliori offerte del mercato.

1. Crownpeak

Confronto CMS SaaS: Crownpeak

Crownpeak è una Digital Experience Platform (DXP) disaccoppiata di livello aziendale che viene fornita con Digital Quality Management (DQM) che garantisce che tutte le esperienze del marchio siano in linea con le loro best practice e la conformità all'accessibilità web. È dotato di test A / B e ha oltre 60 integrazioni integrate tra cui Dropbox, Oracle e Brightcove, oltre a funzionalità di sicurezza avanzate.

A chi è rivolto : Crownpeak è l'ideale per i professionisti del marketing che desiderano fornire contenuti personalizzati tramite distribuzione omnicanale senza fare eccessivo affidamento sull'IT. Inoltre, poiché Crownpeak ha una forte conformità verticale, è adatto per i marchi nel settore finanziario e sanitario.

 

2. Kentico Cloud

Confronto CMS SaaS: Kentico Cloud

Kentico Cloud è un CMS headless API-first rivolto alle aziende. Con Kentico, gli sviluppatori possono creare le proprie esperienze cliente utilizzando gli strumenti e il linguaggio di programmazione di loro scelta. Gli esperti di marketing possono anche utilizzare Kentico per collaborare con sviluppatori e colleghi di marketing per scrivere, modificare, rivedere e approvare i contenuti.

Ma il principale svantaggio è che c'è una notevole mancanza di livello di presentazione front-end per consentire agli operatori di marketing di visualizzare in anteprima i loro contenuti per aiutarli a familiarizzare con l'esperienza dell'utente finale. Inoltre, i professionisti del marketing faranno molto affidamento sul loro team di sviluppo per creare le esperienze desiderate.

A chi è rivolto  Kentico è rivolto alle aziende che desiderano gestire una presenza omnicanale.

3. Kalì SAAS

Kalì è un servizio SAAS che si basa su una piattaforma di pubblicazione e di Marketing Automation multicanale utilizzata da importanti organizzazioni pubbliche e private.

Il servizio è erogato in modalità Software as a service, non prevede alcuna installazione, e è subito pronto all’uso e consente alle aziende di operare sul sito con la massima semplicità e di beneficiare di un’attività di manutenzione evolutiva che ogni giorno mette a disposizione dei clienti tutte le ultime funzionalità e aggiornamenti tecnologici imposti dal web moderno.

È anche un CMS di ultima generazione, le cui logiche di pubblicazione sono personalizzabili a seconda delle necessità di progetto creando il giusto mix di siti, canali e lingue. Questo modello offre un approccio molto libero attraverso la creazione di un numero illimitato di template e la loro personalizzazione tramite glii standard CSS, Bootstrap e Htm5. 

A chi è rivolto: alle aziende di ogni dimensione ma in particolar modo alle multinazionali e alle organizzazioni con una pluralità di siti collegati e di azioni di marketing digitale coordinate.

4. Core dna

Confronto CMS SaaS: core dna

Core dna è un CMS disaccoppiato (ibrido) adatto al marketing che viene fornito con 80 applicazioni integrate che facilitano funzionalità come eCommerce, intranet, extranet, portali, nonché contenuti di livello aziendale e gestione delle risorse. La nostra piattaforma ti consente inoltre di monitorare l'attività dei tuoi clienti su più touchpoint in modo da poter fornire contenuti personalizzati durante tutto il percorso del cliente.

A chi è rivolto : Core dna è adatto a un'ampia gamma di settori e verticali, dai marchi di e-commerce, alle aziende che desiderano offrire un'esperienza omnicanale senza interruzioni, alle organizzazioni che necessitano di una potente intranet per i dipendenti. È ideale anche per le industrie che seguono una rigorosa conformità verticale poiché Core dna è in linea con la conformità GDPR e HIPAA. Ma non credere alle nostre parole.

 

5. Squarespace

Confronto CMS SaaS: Squarespace

Squarespace è noto per la sua facilità d'uso grazie alla sua interfaccia user-friendly e alla capacità di trascinamento della selezione. Gli utenti possono creare i propri design personalizzati per siti Web e negozi online. Inoltre viene fornito con una moltitudine di integrazioni integrate tra cui Adobe Creative Suite, Google Drive, Getty Images e altro.

Ma vorrei sottolineare che Squarespace non è un CMS headless pronto all'uso. Può essere trasformato in un'API, ma per renderlo possibile è necessaria l'assistenza di uno sviluppatore a tempo pieno.

A chi è rivolto : Adatto a blogger e piccole imprese che desiderano creare un sito Web e semplicemente andare avanti, senza doversi preoccupare di alcun elemento tecnico.

 

6. Cloud CMS

Confronto SaaS CMS: Cloud CMS

Cloud CMS è un CMS headless che segue anche un approccio API-first, simile a Kentico Cloud. Cloud CMS è basato su JSON e possiede una serie di funzionalità aziendali tra cui ambiente editoriale completo, modelli di contenuto flessibili, autenticazione a più fattori e anteprima istantanea, una funzionalità non disponibile in Kentico Cloud.

Ma Cloud CMS è piuttosto complesso da usare e richiederà molto supporto da uno sviluppatore. Inoltre, non esiste un supporto SEO pronto all'uso.

A chi è rivolto : Cloud CMS è principalmente rivolto agli sviluppatori che desiderano avere il pieno controllo su come vogliono offrire esperienze all'utente finale.

 

Pro e contro della piattaforma CMS in sede

Nonostante l'enorme popolarità delle soluzioni SaaS, il software on-premise controlla ancora una quota enorme della torta CMS.

Professionisti CMS in sede

Ecco alcuni dei vantaggi delle piattaforme CMS in sede:

1. Più controllo

Decidi tu l'infrastruttura e l'ambiente in cui installare il CMS. Questo ti dà un maggiore controllo sul CMS.

2. Personalizzazione

Se stai utilizzando un CMS open source, puoi personalizzare la soluzione per soddisfare i tuoi requisiti esatti. Anche il CMS closed-source ti darà un notevole spazio per la personalizzazione, soprattutto quando si tratta di integrazioni.

Contro CMS in sede

Ecco alcuni degli svantaggi delle piattaforme CMS in sede:

1. Manutenzione, installazione e manutenzione

Il tuo team IT sarà responsabile del supporto del CMS. Ciò può aumentare radicalmente i tempi di implementazione, aumentare i costi iniziali e potrebbe persino richiedere l'assunzione di personale aggiuntivo.

2. Scalabilità

A differenza di una soluzione SaaS, la scalabilità di un CMS in sede dipende interamente dall'infrastruttura sottostante. Ciò può influire sulla scalabilità, soprattutto se non si sfrutta il cloud.

3. Elevati costi iniziali

Oltre al canone di licenza, dovrai anche pagare l'infrastruttura e l'IT per installare il CMS.

4. Lungo tempo di implementazione

Tra l'installazione e la personalizzazione, potresti finire per impiegare settimane e persino mesi per distribuire il CMS.

In poche parole, una soluzione SaaS rappresenta il futuro. È più economico in anticipo, altamente scalabile e ti offre la flessibilità di passare a un altro provider. Le soluzioni in sede avrebbero potuto essere praticabili 10 anni fa, ma oggi i problemi di sicurezza, manutenzione e scalabilità sono un grande segno rosso. La continua innovazione garantisce che il tuo investimento non sia mai superato.

Conclusione: le  piccole e medie imprese farebbero bene con una soluzione SaaS poiché mantiene bassi i costi iniziali e non richiede IT.  Le grandi aziende con esigenze complesse possono perseguire un CMS in sede, ma solo se dispongono del personale e delle competenze per gestire i requisiti.

 

Pro e contro della piattaforma CMS in hosting

Le soluzioni ospitate funzionano più o meno come le soluzioni in sede. L'unica differenza è che sono ospitati su server di terze parti.

Professionisti della piattaforma CMS in hosting

Ecco alcuni dei vantaggi delle piattaforme CMS ospitate:

1. Distribuzione più rapida

Poiché non è necessario configurare i server in locale, è possibile avviare il processo di installazione e distribuzione molto più rapidamente.

2. Scalabilità

Puoi ospitare il CMS nel cloud (ad esempio AWS), il che significa che puoi ridimensionare istantaneamente le tue risorse in caso di necessità.

3. Riduzione dei costi iniziali

Puoi affittare lo spazio sul server dal tuo host web su base mensile. Ciò mantiene i costi iniziali inferiori rispetto a una soluzione in sede.

Contro piattaforma CMS in hosting

Ecco alcuni degli svantaggi delle piattaforme CMS ospitate:

1. Vulnerabilità dipendenti dall'host

La sicurezza e la scalabilità del tuo CMS dipendono interamente dal tuo host. Se l'host non funziona o presenta vulnerabilità di sicurezza, non puoi intervenire e risolvere il problema da solo.

2. Maggiori costi a lungo termine

Dal momento che stai essenzialmente affittando spazio sul server dal tuo host, i tuoi costi rimarranno statici o addirittura aumenteranno di mese in mese. A lungo termine, questo potrebbe essere meno conveniente rispetto all'acquisto di server locali.

 

Confronti CMS in sede e ospitati

La maggior parte, se non tutti, i CMS che possono essere ospitati in sede possono anche essere ospitati su server di terze parti. Il fornitore CMS può persino ospitare internamente l'istanza del tuo sito web, ma senza offrire le funzionalità, i servizi e i vantaggi SaaS associati aSoluzioni SaaS CMSDi seguito sono riportati alcuni esempi di CMS in sede e ospitati, confrontati.

1. WordPress

Confronto CMS: Wordpress

Non si può negare la popolarità di WordPress. Powering over 32 per centodei siti web è un'impresa importante. Con la sua vasta directory di plugin e temi insieme al suo editor front-end di facile utilizzo, WordPress ha consentito a molti marchi di creare un sito Web, un blog o un'app con un supporto tecnico minimo o nullo.

Tuttavia, lo svantaggio è che WordPress richiede molto tempo nella manutenzione e avrai bisogno di conoscenze tecniche per personalizzare il design, la funzionalità e il layout del tuo sito.

A chi è rivolto : WordPress è adatto per la creazione di blog semplici e diretti in viaggi, stile di vita e altre aree ricreative, siti di notizie e siti Web con contenuto statico. Alcune aziende hanno utilizzato WordPress per l'eCommerce tramite il plug-in WooCommerce.

Leggi questo dopo:  Utilizzo di WordPress come CMS aziendale: 9 cose che dovresti sapere

 

2. Drupal

Confronto CMS: Drupal

Sviluppato originariamente come soluzione per la comunità studentesca, Drupal è diventato un vero e proprio CMS di social publishing open source con un layout flessibile e modulare, che lo rende altamente personalizzabile. Inoltre, con oltre 36.000 moduli di estensione, Drupal può essere esteso per soddisfare le esigenze di un'azienda.

Lo svantaggio, però, è che l'amministrazione backend in Drupal è piuttosto complicata e richiede molta esperienza tecnica. Ad esempio, per aggiungere un modulo, è necessario installarlo tramite FTP, che è un processo complesso. Inoltre, anche l'aggiornamento delle estensioni è piuttosto noioso, poiché alcune delle estensioni non sono sempre compatibili con il backend.

A chi è rivolto : Drupal è adatto per organizzazioni di piccole e medie dimensioni che hanno accesso a competenze tecniche. È ideale per piattaforme di comunità, siti con più utenti e siti che richiedono un'organizzazione dei dati complessa.

Leggi questo dopo:  Drupal come CMS e piattaforma di commercio: la guida definitiva

 

3. Joomla

Confronto CMS: Joomla

Joomla è la seconda più grande offerta CMS open source sul mercato con oltre 2,5 milioni di installazioni. A differenza di WordPress, Joomla è dotato di funzionalità predefinite più complete, il che significa che non è necessario installare un carico di estensioni durante la configurazione iniziale. Questo particolare CMS si basa su un framework MVC autonomo, che consente agli utenti di Joomla di creare le proprie estensioni e condividerle con la comunità.

Ma in modo simile a Drupal, le estensioni devono essere installate tramite il backend. Inoltre, anche le estensioni premium possono essere piuttosto costose. E in termini di gestione e approvazione dei diritti, questo è spesso visto come inadeguato.

A chi è rivolto  Nonostante sia rivolto sia ai principianti che agli utenti avanzati, Joomla è più impegnativo di WordPress. È adatto per progetti di piccole e medie dimensioni in e-commerce, piattaforme di comunità, editoria sociale e social networking.

 

4. Calcestruzzo5

Confronto CMS: calcestruzzo 5

Concrete5 è noto per la sua facilità d'uso. La sua interfaccia intuitiva consente agli utenti non tecnici di creare un sito Web di base con relativa facilità. Gli utenti possono apportare modifiche alle funzionalità di base senza dover accedere al codice sorgente e possono anche installare componenti aggiuntivi senza dover andare al back-end.

Sebbene la mancanza di penetrazione nel mercato rispetto a WordPress, Drupal e Joomla significhi che ci sono molti meno temi disponibili, ma questo sta migliorando con il tempo.

A chi è rivolto : ideale per i professionisti del marketing non tecnico che desiderano creare un sito Web per riviste online, giornali, organizzazioni senza scopo di lucro, piccole imprese e comunità online.

 

5. Alfresco

Confronto CMS: Alfresco

Alfresco è un Enterprise Content Management (ECM) che supporta standard aperti, API aperte e una gamma di opzioni di distribuzione tra cui on-premise, cloud e ibrido. L'ambiente basato su API in Alfresco lo rende altamente integrabile ed estendibile.

Sebbene Alfresco possa essere utilizzato per organizzare i tuoi documenti in modo sistematico e tenere traccia delle versioni precedenti, molti utentihanno affermato che l'interfaccia è piuttosto "intimidatoria". Inoltre, se desideri personalizzare il tuo sito Alfresco, hai bisogno di competenze Java e sviluppatori a tempo pieno.

A chi è rivolto  Ideale per le aziende con accesso a competenze tecniche che desiderano gestire e archiviare i propri documenti.

 

Stai valutando le piattaforme CMS? Lasciati aiutare da noi.

 

Cosa cercare in una piattaforma Content Management System (CMS)?

Quando lo scomponi, ogni scelta CMS si riduce essenzialmente a queste 14 cose:

  1. Impatti aziendali: quali impatti avrà questa piattaforma sulla mia attività?
  2. Costi reali: capisco i costi reali della piattaforma?
  3. Requisiti continui: il lancio di un sito Web è solo l'inizio, quali sono le esigenze continue della piattaforma selezionata?
  4. Tecnologia: come funziona il CMS con il mio stack tecnologico esistente?
  5. Skillset:  quanto è facile distribuire il CMS? Richiede abilità speciali da usare?
  6. Sicurezza: la sicurezza è ovviamente una grande considerazione. Desideri un CMS che mantenga i tuoi contenuti e i dati dei clienti al sicuro dalle minacce attuali e future.
  7. Blogging: il software CMS non deve solo gestire il blog, ma anche semplificare la creazione, la modifica, la pubblicazione e la promozione di voci di blog da parte dei fornitori di contenuti.
  8. Personalizzazione: le migliori piattaforme CMS non sono sempre quelle che offrono ai clienti tutto ciò di cui hanno bisogno immediatamente, ma quelle che consentono ai clienti di personalizzare la piattaforma per soddisfare le loro esigenze.
  9. Ottimizzazione per i motori di ricerca: la SEO è un'arte che vorrai continuare a praticare e avrai bisogno del tuo nuovo CMS per aiutarti in questo.
  10. Social media marketing: il CMS semplifica la condivisione dei contenuti su tutti i principali social network?
  11. Email marketing: il CMS scelto dovrebbe essere l'hub di contenuti per tutti i tuoi requisiti di pubblicazione e marketing, incluso l'email marketing.
  12. Creazione di contenuti WYSIWYG: i professionisti del marketing possono modificare facilmente l'aspetto dei contenuti utilizzando l'editor?
  13. Esigenze future: come fa la piattaforma a far fronte ai cambiamenti nelle mie esigenze aziendali?
  14. Supporto: il fornitore fornisce la formazione e il supporto continuo di cui ho bisogno per avere successo?

Diamo un'occhiata a ciascuna di queste tre cose in modo più dettagliato.

1. Impatti sul business

All'inizio di questo post, il primo elemento che abbiamo considerato è stato l'impatto organizzativo della tecnologia.

Quando consideri una piattaforma CMS, la tua scelta avrà un impatto molto diverso.

Le piattaforme CMS ad alto livello possono essere suddivise in due campi principali, le " piattaforme di sviluppo " e le " piattaforme di soluzione ". Le piattaforme di sviluppo sono come una tela bianca in cui costruisci tutto ciò che desideri. Una piattaforma di soluzioni è precostruita e può essere personalizzata in base alle tue esigenze. Tutte le piattaforme SaaS sono generalmente piattaforme di soluzioni.

Quando si considerano gli impatti sulla propria attività, è necessario pensare alle responsabilità che si assumono quando si seleziona una piattaforma.

Con una piattaforma di sviluppo, avrai bisogno di personale interno o di appaltare competenze tecniche esterne. Quando sviluppi il tuo sito web su queste piattaforme, sono necessari molti più passaggi in termini di requisiti funzionali e cicli di sviluppo per produrre il prodotto finale.

Con le piattaforme Solutions, la maggior parte dello sviluppo viene eseguita e la tua azienda dovrà configurare la piattaforma in base alle tue esigenze. Inoltre, l'adozione è generalmente più rapida poiché questi sistemi sono progettati per essere facili da usare, con un'ampia documentazione e supporto.

 

2. Costi reali

In un post recente abbiamo esaminato in dettaglio il file costi reali di gestione di un sito web. Abbiamo esaminato i costi di una serie di obiettivi e fornito un elenco di controllo di 20 punti per aiutarti ad assicurarti che il prezzo fosse corretto.

 

3. Requisiti continui

L'elaborazione della creazione di un sito Web per la tua azienda può essere impegnativa. Gestire gli stakeholder, assicurarti di soddisfare i requisiti dell'azienda, convincere il tuo fornitore a mantenere le promesse sono solo alcuni dei problemi che sorgono durante il processo.

La build, tuttavia, dovrebbe essere considerata l'inizio del tuo viaggio digitale. Il duro lavoro inizia il giorno in cui il sito viene lanciato e ora è necessario convalidare le ipotesi formulate molti mesi prima durante la fase di scoperta.

L'analisi integrata fornisce il punto di partenza per le tue risposte, test A / B dei contenuti e percorsi degli utenti. Ciò porta quindi ad aggiornamenti del sito Web, modifiche ai contenuti, lancio di pagine di destinazione per campagne specifiche. Capire come si comporta la piattaforma CMS quando è richiesto un cambiamento continuo dovrebbe far parte del processo decisionale.

 

4. Integrazione tecnologica

Il tuo CMS non può esistere in un silo. In un momento in cui la tecnologia influisce su ogni aspetto della tua attività, è fondamentale che il tuo CMS funzioni bene con le altre tue iniziative di marketing, vendita, comunicazione e gestione dei progetti.

Inizia facendo un audit tecnologico. Prendi nota degli strumenti / tecnologie che utilizzi per eseguire le seguenti operazioni:

  • Automazione del marketing
  • Gestione delle relazioni con i clienti
  • Sistema di gestione del progetto
  • Gestione dei moduli
  • Email / Social media marketing
  • ERP
  • Servizio Clienti

La maggior parte di questi strumenti alimenterà o estrarrà dati dal tuo CMS.

Ad esempio, il tuo post sul blog potrebbe avere l'estensione contenuto recintatoo magnete al piombo ad esso associato. Questo magnete guida si collega al tuo strumento di acquisizione di lead, che, a sua volta, si collega alla tua automazione del marketing e agli strumenti di email marketing.

Una volta che un lead è qualificato, dovresti fornirlo al tuo CRM. Questo, a sua volta, dovrebbe collegarsi al tuo strumento di automazione del marketing per nutrire ulteriormente i lead.

Questo crea una serie di dipendenze che influenzano la tua decisione CMS. Il meglio integrato è il tuo CMS con il tuo altri strumenti di marketing e vendita, più fluida è la tua macchina di marketing.

Mentre lo fai, dai un'occhiata da vicino anche a eventuali altri aggiornamenti o migrazione pianificata nel prossimo futuro. Se hai intenzione di apportare modifiche significative al tuo stack tecnologico nei prossimi sei mesi, ha senso scegliere un CMS compatibile con queste modifiche.

Leggi questo dopo: Ecco perché il tuo stack tecnologico di marketing ti sta (probabilmente) deludendo

 

5. Skillset

Questa è una parte spesso trascurata del processo di selezione del CMS, ma ha un profondo impatto sul successo di qualsiasi distribuzione CMS.

In poche parole, vuoi scegliere un CMS che il tuo team possa effettivamente utilizzare.

In generale, puoi dividerlo in due categorie: disponibilità di competenze tecniche e dell'utente finale.

A. Risorse di abilità tecniche

La prima cosa da considerare è la tua esperienza IT esistente.

Comprendi che l'installazione, la manutenzione e la protezione di un CMS è una sfida. Se non si dispone di capacità IT interne per eseguire questa operazione, è possibile escludere del tutto soluzioni in sede / in hosting.

Inizia controllando le tue risorse IT e documenta quanto segue:

  • Competenza in materia di sicurezza : chiedi qual è la competenza del mio team IT nel proteggere il CMS da diversi attacchi continui?
  • Infrastruttura esistente : la mia infrastruttura esistente è sufficientemente sicura e scalabile per eseguire il CMS? In caso contrario, una soluzione SaaS è un'opzione più praticabile?
  • Manutenzione : può gestire il tuo ITlavori di manutenzione e riparazione in corso?
  • Facilità di sviluppo : disponi di risorse interne per modificare il CMS se necessario? In caso contrario, quanto è facile trovare liberi professionisti per esternalizzare lo sviluppo? Il CMS è scritto in una lingua con molte opzioni di sviluppo di terze parti (ad esempio, PHP e Perl)?

Tieni presente che le competenze tecniche sono un problema solo se scegli una soluzione ospitata / in sede.

Se scegli una soluzione SaaS, puoi saltare del tutto questi requisiti tecnici e concentrarti sull'esperienza dell'utente finale.

B. Abilità dell'utente finale

Oltre ai requisiti tecnici, dovrai anche considerare quanto sia facile utilizzare il CMS per i tuoi utenti finali (marketer, creatori di contenuti e venditori).

Idealmente, dovresti scegliere un CMS che i tuoi utenti finali possano utilizzare prontamente, senza ulteriore formazione.

Ecco due cose che dovresti considerare qui:

  • Esperienza di paternità (AX) : l'esperienza di paternità determina quanto sia facile creare, modificare e gestire i contenuti. Un AX scadente avrà un impatto sulla produttività, l'efficienza e il morale dei tuoi creatori di contenuti.
  • Esperienza utente (UX) : determina l'effettiva esperienza di utilizzo del CMS. Per una soluzione SaaS, ciò includerà il processo per l'onboarding di nuovi utenti, l'integrazione di strumenti di terze parti, ecc. Per una soluzione ospitata, ciò includerebbe anche il processo di installazione, manutenzione e modifica

È anche una buona idea eseguire una verifica delle competenze per tutte le parti interessate nel processo decisionale CMS. Cerca di capire quanto sono a loro agio con i sistemi di gestione dei contenuti in particolare e la tecnologia in generale. Per gli sviluppatori, verifica anche le capacità di programmazione esistenti.

 

6. Sicurezza

La sicurezza è ovviamente una grande considerazione. Desideri un CMS che manterrà i tuoi contenuti e i dati dei clienti al sicuro dalle minacce attuali e future.

Ci sono quattro cose da considerare qui:

  • Funzionalità di sicurezza: il CMS ha funzionalità di sicurezza integrate (come l'autenticazione in 2 passaggi)? In caso contrario, dispone di plug-in e integrazioni di terze parti per migliorare la sicurezza?
  • Il ritmo dello sviluppo: gli sviluppatori rilasciano rapidamente aggiornamenti e correzioni per la sicurezza? Questo è un problema particolarmente importante consoftware open source.
  • Requisiti dell'infrastruttura: il CMS supporta aggiornamenti a livello di infrastruttura per migliorare la sicurezza?
  • Ambiente plug-in / modulo: i plug-in / moduli di uso comune sono protetti? I loro sviluppatori verificano regolarmente le correzioni?

Wordpress attacchi di forza bruta

La sicurezza è un'arma a doppio taglio. Più un CMS è popolare, più sarà soggetto ad attacchi . Ma più popolarità significa anche che gli sviluppatori saranno più veloci a rispondere agli attacchi.

Considerando che ci sono decine di milioni di attacchi di forza bruta contro un CMS popolare come WordPress ogni giorno, è fondamentale investire in sicurezza.

 

7. Blogging

Una componente importante per mantenere i clienti aggiornati sulle novità dell'azienda coinvolge il blogging. Il software CMS non deve solo gestire il blog, ma anche semplificare la creazione, la modifica, la pubblicazione e la promozione di voci di blog da parte dei fornitori di contenuti. Questi post del blog possono anche costituire un aspetto chiave dell'aziendastrategia di content marketing, quindi una piattaforma CMS che consente la pubblicazione di blog è l'ideale.

Considera quanto segue:

  • Il CMS può ospitare i flussi di lavoro per la creazione di contenuti?
  • L'esperienza di creazione, modifica, anteprima e pubblicazione dei contenuti è semplice per gli utenti non tecnici?
  • Il CMS può pubblicare automaticamente sui feed RSS?
  • È facile per i lettori condividere i post sui social media?

 

8. Personalizzazione

Le migliori piattaforme CMS non sono sempre quelle che offrono ai clienti tutto ciò di cui hanno bisogno immediatamente, ma quelle che consentono ai clienti di personalizzare la piattaforma per soddisfare le loro esigenze.

Alcune piattaforme limitano l'accesso al codice e ti costringono a utilizzare la piattaforma esattamente così com'è. Di solito, quelle stesse piattaforme forniscono modelli front-end che possono essere belli ma difficili da personalizzare o ricostruire. Vuoi essere in grado di modificare l'interfaccia utente e la UX dell'esperienza di creazione di contenuti back-end per il tuo team interno, nonché l'esperienza dell'utente finale, dandoti il ​​pieno controllo esperienza del cliente.

Chiedi quanto segue:

  • Posso personalizzare liberamente l'aspetto del mio sito web o ci sono limitazioni?
  • Il backend può essere personalizzato per semplificare l'interfaccia, nascondere funzionalità o per abbinare il mio marchio?
  • Sarà proibitivo aggiungere le funzionalità di cui ho bisogno?
  • Il fornitore offre un livello elevato di documentazione?
  • Quali sono i costi aggiuntivi per il supporto e lo sviluppo personalizzato da parte del fornitore o dei suoi partner di agenzia?

 

9. Ottimizzazione dei motori di ricerca

In poche parole, se implementi un nuovo CMS, ma nessuno riesce a trovare il tuo sito web o il tuo contenuto nei risultati dei motori di ricerca, è un cattivo investimento.

La SEO è un'arte che vorrai continuare a esercitarti e avrai bisogno del tuo nuovo CMS per aiutarti in questo. Devi trovare un CMS con capacità per ottimizzare i contenuti per i crawler dei motori di ricerca.

Le migliori piattaforme CMS avranno funzionalità che ti aiuteranno a configurare tag del titolo, meta tag, mappe del sito e URL di facile ricerca per aumentare la visibilità del contenuto sui principali motori di ricerca.

Ponetevi queste domande:

  • Il CMS ha funzionalità SEO di base come URL ottimizzati per la SEO, mappe dei siti e tag alt delle immagini?
  • Ci sono funzionalità di ottimizzazione SEO abilitate per impostazione predefinita?
  • Altri clienti hanno ottenuto risultati SEO positivi utilizzando il CMS?

 

10. Social media marketing

Con così tanti utenti che ottengono le loro informazioni dai social network, un CMS in grado di fornire contenuti a queste reti non è un lusso, è una necessità. In effetti, i social network sono la principale fonte di ispirazione per gli acquisti dei consumatori con37% dei consumatori trovare ispirazione per l'acquisto attraverso piattaforme come Facebook, Twitter e Instagram.

Nello spazio B2B, 73% delle aziende B2B dicono che i loro venditori utilizzano LinkedIn per interagire con clienti e potenziali clienti, portando a circa L'80% dei lead B2B dei social mediaproveniente dalla piattaforma. Se questi numeri non ti convincono a prendere sul serio i social media, niente lo farà.

Considera questi punti:

  • Il CMS semplifica la condivisione dei contenuti su tutti i principali social network?
  • Il CMS offre analisi per monitorare il traffico e le condivisioni sui social?

 

11. Marketing tramite posta elettronica

Il CMS scelto dovrebbe essere l'hub di contenuti per tutti i tuoi requisiti di pubblicazione e marketing, incluso l'email marketing. Con questo in mente, il CMS che scegli deve funzionare con strumenti di email marketing automatizzati per assicurarti che il contenuto corretto venga inviato ai segmenti qualificati del tuo pubblico.

Pensa a quanto segue:

  • Posso gestire campagne di email marketing dall'interno del CMS?
  • Esistono funzioni di monitoraggio delle metriche per l'email marketing?
  • Esistono altre funzioni utili per nutrire i lead di posta elettronica?
  • La piattaforma si integra con tecnologie di email marketing come MailChimp e Campaign Monitor?

 

12. Creazione di contenuti WYSIWYG

Le interfacce utente WYSIWYG (What You See Is What You Get) sono diventate un punto fermo delle piattaforme CMS, dalle più primitive alle più avanzate.

Come suggerisce il nome, un ambiente di creazione di contenuti WYSIWYG consente agli operatori di marketing e agli utenti non tecnici di utilizzare strumenti di formattazione familiari (come quelli che si trovano in Microsoft Word) per creare contenuti. Gli editor avanzati possono anche supportare il drag-and-drop, consentendo ai creatori di contenuti di spostare immagini e altri elementi della pagina.

Considera queste domande:

  • Gli esperti di marketing possono modificare facilmente l'aspetto dei contenuti utilizzando l'editor?
  • L'editor supporta più canali di consegna, con anteprime dei contenuti?
  • L'editor è veloce e reattivo o è lento e difficile da usare?
  • L'editor ti consente di incorporare video in supportare i tuoi contenuti video sulle pagine dei prodotti e altre pagine web?

Funzionalità per il marketing e l'editoria

Le funzionalità del CMS sopra elencate costituiranno le basi necessarie per lanciare un sito Web di successo. Ma quando si tratta di funzionalità specifiche per il marketing e la creazione di contenuti, abbiamo molto altro da discutere.

Come accennato in precedenza, è una buona idea assegnare la priorità a queste funzionalità in tre categorie; must-have, important e nice-to-have. Questo renderà il tuo processo di selezione molto più semplice.

Alcune caratteristiche che dovresti considerare sono:

Funzionalità indispensabili

  • Integrazioni con il tuo stack di marketing e vendita: proprio come la scelta del CMS influisce su numerosi reparti, tale scelta influisce anche sui sistemi da cui dipendono tali reparti. Il CMS deve integrarsi con sistemi come le piattaforme di gestione delle relazioni con i clienti (CRM), i sistemi di gestione delle campagne di marketing e il software ERP (Enterprise Resource Planning) per garantire operazioni senza intoppi oltre i confini dipartimentali.
  • Editor facili da usare e ricchi di funzionalità: modifica WYSIWYG, controllo delle versioni dei contenuti, opzioni di personalizzazione e un'interfaccia utente che gli autori di contenuti amano usare.
  • Una dashboard ottimizzata per i dispositivi mobili: il tuo team dovrebbe essere in grado di leggere, gestire e persino modificare i contenuti in movimento senza problemi.

Caratteristiche importanti

  • Gestione degli utenti con controllo dei permessi: particolarmente importante se hai molti contributori di contenuti.
  • Supporta una varietà di tipi di contenuto: inclusi video, audio (inclusi podcast), post di blog e pagine autonome.
  • Personalizzazione: la capacità di creare segmenti, offrirli con contenuti personalizzati e crearli esperienze one-to-one.
  • Forte livello di supporto del fornitore: il fornitore dovrebbe avere una forte etica nel supportare i propri clienti per apprendere i meccanismi della piattaforma, superare i blocchi stradali, connettersi con i partner e far crescere la propria presenza digitale.

Funzionalità piacevoli

  • Flussi di lavoro e processi di approvazione dei contenuti: per garantire una creazione di contenuti efficiente e una maggiore velocità dei contenuti.
  • Supporto multi-sito: Togestisci tutti i tuoi marchi e le proprietà online in un unico posto, anche se servono mercati d'oltremare.
  • Supporto multilingue: per i clienti con una portata globale, un CMS che supporti più lingue è un must. Queste capacità devono andare oltre una semplice traduzione automatica e tenere conto di dialetti, modi di dire e riferimenti culturali. Non solo un CMS deve adattarsi agli utenti che leggono lingue diverse, ma deve anche funzionare per i creatori di contenuti che scrivono in quelle lingue.
  • Documentazione e formazione: preferibilmente in più formati (testo, video e audio).

Naturalmente, queste sono solo linee guida. La tua azienda potrebbe classificare queste funzionalità in altre categorie a seconda delle tue esigenze.

Funzionalità per sviluppatori

I tuoi sviluppatori hanno requisiti nettamente diversi dai tuoi team di marketing e redazionali. Per loro, la manutenzione, la modifica e la protezione del CMS sono le massime priorità.

In questa nota, ecco alcune funzionalità incentrate sugli sviluppatori che dovresti considerare:

Funzionalità indispensabili

  • Scalabilità: il CMS non dovrebbe compromettere le prestazioni quando si verificano picchi di traffico o vengono lanciati nuovi siti. Ciò è spesso ottenibile tramite un fileInfrastruttura SaaS o PaaS.
  • Funzionalità di sicurezza: come la gestione degli utenti, il controllo delle autorizzazioni, la correzione di bug regolari, l'autenticazione in due passaggi, ecc.
  • Stabilità: il CMS non dovrebbe bloccarsi o bloccarsi.

Caratteristiche importanti

  • Prestazioni: CDN e server affidabili dovrebbero essere in cima alla lista delle priorità.
  • Aggiornabilità: senza portare alla compatibilità e problemi di migrazione associati a Drupal.
  • Modularità: soprattutto con software open source.
  • Documentazione approfondita: per una migliore esperienza dello sviluppatore
  • Indipendente dal framework: o non fare affidamento su un filestack tecnologico specifico.
  • Controllo della versione: in questo modo gli autori del contenuto possono accedere alle versioni precedenti del contenuto, confrontare il contenuto corrente con le versioni correnti e tenere traccia di quale membro del team ha apportato le modifiche e quando sono state apportate.

Nice-to-haves

  • Supporto 24 ore su 24, 7 giorni su 7: quando gli utenti riscontrano problemi con la loro piattaforma CMS, le loro risorse interne potrebbero non avere ciò di cui hanno bisogno per risolvere il problema. Le piattaforme CMS open source hanno spesso forum di utenti, in cui gli sviluppatori possono rispondere a domande e fornire soluzioni. Le piattaforme proprietarie possono anche offrire supporto per telefono o e-mail a pagamento o una parte del prezzo di acquisto.
  • Risolve i problemi: ha un ottimo track record quando si tratta di correggere bug e problemi.

 

13. Esigenze future

La tua piattaforma CMS è un investimento e una risorsa per la tua attività. Molte aziende deprezzano l'asset in quanto presumono che la piattaforma CMS abbia una durata di vita. Questo non è necessariamente il caso, con la crescita delle piattaforme SaaS, il re-platforming diventerà un ricordo del passato . Il tuo sito web si " evolverà" con le esigenze della tua azienda. La riqualificazione e la riorganizzazione diventeranno un ricordo del passato.

Chiedi ai fornitori come viene mantenuto aggiornato il prodotto e in che modo le nuove funzionalità trovano la loro strada nel tuo sito web. Comprendi come funzionano gli aggiornamenti e i costi legati alla manutenzione e alla manutenzione della piattaforma CMS. Proponi un approccio graduale allo sviluppo del tuo sito web e chiedi quando cambi e desideri nuove funzionalità, applicazioni e il relativo prezzo

 

14. Supporto

Il supporto è uno di quei servizi che vengono trascurati o completamente assenti. Con l'open source, il supporto è un costo aggiuntivo per la piattaforma CMS. Ciò che aggiunge complicazione è che una piattaforma di sviluppo tradizionale è che non solo è necessario il supporto del software, ma anche il supporto dell'infrastruttura di hosting.

Ciò che può sorgere in questa situazione è che le persone che supportano il software non sono necessariamente le stesse persone, questo porta al gioco della colpa in cui ciascuna parte punta il dito contro l'altra.

Avere un unico soggetto responsabile dell'intera soluzione è imperativo . Con le piattaforme SaaS, è un sistema end-to-end, quindi tutti gli aspetti sono supportati.

Inoltre, la formazione è un elemento di supporto. Aiutarti a ottenere il massimo dalla tua piattaforma ti garantisce di essere soddisfatto e ottenere il ritorno sull'investimento. Con le piattaforme SaaS, hanno "team per il successo dei clienti" assegnati per garantire che le tue soluzioni soddisfino le tue aspettative.

 

4 errori da evitare nella scelta di una piattaforma CMS

Potresti fare tutti i compiti e finire comunque per commettere un errore quando scegli il tuo CMS.

Alcuni errori comuni che vedo regolarmente fare dalle aziende sono:

1. Confondere "feature bloat" per "feature rich"

Un CMS "ricco di funzionalità" ha caratteristiche che tu e il tuo team tenete veramente.

Un CMS "pieno di funzionalità" ha tonnellate di funzionalità con un uso effettivo molto limitato.

Non confondere i due. Una lunga lista di funzionalità sembra buona su una pagina di vendita, ma chiediti: sono effettivamente utili e pertinenti alle tue esigenze?

 

2. Scegliere un CMS complesso e costoso per esigenze future

Non è raro che le aziende scelgano un CMS sulla base di aspettative di crescita non realistiche. Potrebbero finire per scegliere un CMS complesso e costoso solo perché anticipano una crescita accelerata "in futuro".

Sebbene sia importante pianificare in anticipo, è ancora più importante assicurarti che il tuo CMS soddisfi le tue esigenze esistenti. Se un CMS ha funzionalità complicate che non saranno di alcuna utilità fino a quando non avrai, diciamo, 100.000 pagine, potrebbe essere saggio scegliere qualcosa di più semplice.

Le piattaforme SaaS ti consentono di "evolvere" al variare delle tue esigenze. A partire da qualcosa per le tue esigenze attuali e quindi aggiungendo funzionalità man mano che ti senti più a tuo agio e le aspettative dei tuoi clienti aumentano.

Questo è un duro atto di bilanciamento, ma commettere questo errore può costarti migliaia di dollari mentre influisce sul tuo lavoro attuale.

3. La scelta delle funzionalità rispetto alla facilità d'uso

La facilità d'uso è spesso trascurata nel processo decisionale del CMS. Certo, le funzionalità sono importanti, ma a cosa servono se nessuno può usarle?

Questo errore è spesso il risultato della decisione del CMS da parte dell'IT e non degli utenti finali. Ciò che potrebbe essere intuitivo per un dipartimento potrebbe essere completamente estraneo a un altro.

Con le piattaforme SaaS, test approfonditi e feedback degli utenti forniscono un miglioramento continuo all'interfaccia utente e alla funzionalità. Quando prendi in considerazione una piattaforma SaaS puoi interagire con i loro ambienti dimostrativi e sapere esattamente cosa stai acquistando

Dover rinchiudersi in un ambiente di sviluppo e nella funzionalità prima di aver avuto la possibilità di capire la rilevanza della funzionalità è dove si perde tempo e budget considerevoli. La rielaborazione e la ricostruzione di funzionalità e interfacce non aggiungono valore al progetto

4. Non capire i tuoi problemi di gestione dei contenuti

Prima ancora di entrare nel mercato per scegliere un CMS, chiediti: comprendi appieno i tuoi problemi di gestione dei contenuti?

Non sorprende che le aziende desiderino spesso un nuovo CMS senza comprendere appieno il motivo .

Se disponi di una soluzione CMS esistente, chiediti:

  • Hai davvero bisogno di un'alternativa?
  • Potete modificare la vostra soluzione esistente per soddisfare le vostre nuove esigenze?

Nel caso in cui non utilizzi un CMS, chiediti:

  • Un CMS offrirà un significativo aumento della produttività rispetto ai tuoi metodi attuali?
  • I tuoi guadagni di produttività saranno abbastanza sostanziali da giustificare i costi del CMS?
  • Crescerai abbastanza velocemente nei prossimi anni da richiedere un CMS?

Questo ti darà la necessaria chiarezza per prendere una decisione migliore.

Conclusioni

La scelta di un CMS è difficile. Devi bilanciare più requisiti tra più reparti, valutare dozzine di opzioni e scegliere qualcosa che si adatti alla zona di costo, complessità e facilità d'uso di Riccioli d'oro.

Si spera che questa guida ti aiuti a prendere una decisione migliore sul CMS.

Prima di partire, ecco i prossimi tre passaggi d'azione:

  1. Consulta i tuoi reparti marketing, editoriale, vendite e IT e richiedi le loro richieste CMS.
  2. Valuta il tuo stack tecnologico e le tue competenze esistenti tra tutte le parti interessate
  3. Stimare un budget e considerare il costo di implementazione sia per le soluzioni open source che per quelle closed source.
Stampa

2014 Img Internet srl,  via Moretto da Brescia 22 - 20133 Milano tel +39 02 700251 - fax +39 02 7002540
Privacy e Cookie Policy